CONDIVIDI

“Na magliett tutt azzurr, che rassumiglia o ciel e o mar e sta città.L’azzurro che diventa nero; il sole che nonostante la prepotenza non riesce a risplendere. Il fumo e le fiamme; il fuoco ed il vento; l’odio e la cattiveria; la disumanità e l’inciviltá, hanno distrutto il padre della città più bella del mondo.Ogni bambino alzando gli occhi al cielo, si è incantato a guardare il Vesuvio e a vederci in lui un padre, che dolcemente abbraccia Napoli e la rende così straordinaria. Innumerevoli occhi si sono inchinati al suo cospetto. Napoli è un sorriso, è una città- mondo, ognuno ci vede quello che ci vuole vedere, bellezza ed incanto; croce e delizia.Menti disturbate ed un sistema malato hanno provato a bruciargli il sorriso, ad ingrigirgli il cielo, ad infiammargli gli occhi.

Ma ciò che nessuno distruggere mai a Napoli , è la SPERANZA, perché tant l’arj s’addá cagnà e se sará necessario l’amore dei napoletani soffierá più forte dell’odio altrui.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLE CATENE DI SANT’ANTONIO
Prossimo articoloCheesecake cotta
Maria Prisco, classe 92' , studentessa di giurisprudenza. Spiccata passione per la giustizia e per la conoscenza dei fenomeni criminali. La rubrica comprenderà non solo riflessioni sulle notizie settimanali legate ai fatti accaduti, ma anche excursus storico-politici, che hanno condotto all'attuale sistema criminale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here