CONDIVIDI

E’ una ricorrenza triste per il calcio italiano che in questo 7 gennaio 2019 ricorda Davide Astori, nato proprio lo stesso giorno di 32 anni fa a San Giovanni Bianco.

Il primo club a ricordare lo sfortunato difensore è stato il Cagliari, società con cui Astori è diventato grande e di cui ha vestito la maglia dal 2008 al 2014 prima del trasferimento alla Roma.Il nome di Astori però resterà per sempre legato soprattutto alla Fiorentina di cui era diventato il capitano e profondamente scossa dalla sua improvvisa scomparsa lo scorso 4 marzo a Udine.

Dieci mesi dopo, nel giorno del primo compleanno senza di lui, nessuno ha ovviamente dimeticato Davide Astori e mai lo dimenticherà. A Cagliari come a Roma. A Firenze come nel resto d’Italia.

Davide Astori è infatti un patrimonio comune di tutto il mondo del calcio. E non solo perché tra le altre ha vestito anche la maglia azzurra della Nazionale maggiore.

Davide Astori è il Il capitano che trascina i compagni senza bisogno di alzare la voce. Lo stesso capitano al quale i compagni della Fiorentina conservano ancora il posto all’interno dello spogliatoio in attesa del suo ritorno. O forse solo il segno che Davide Astori, da vero capitano, non ci ha mai lasciati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here