CONDIVIDI

“Al mio segnale scatenate l’inferno!” Il “segnale” è l’apertura di una chiusa posta sotto una grata nel centro storico di Campagna (Salerno), borgo collinare nei pressi dei Monti Picentini, mentre l’inferno è quello di acqua fresca che ogni estate si scatena fra le sue vie. Nato più di un secolo fa come sistema per pulire le strade, ‘A Chiena (la piena) si è trasformata in una grandissima festa. Si tratta di un evento probabilmente unico al mondo e dal 1982 è un appuntamento fisso che richiama a Campagna migliaia di turisti italiani e stranieri. Fra il 15 luglio e il 17 agosto, ogni domenica, in un clima diallegria, una folla di persone scatenate d’ogni età si prende a secchiate d’acqua prelevata dal fiume Tenza.

 

La tradizione di inondare il borgo risale alla fine dell’Ottocento, quando risistemata la pavimentazione del Corso Umberto I per facilitare il deflusso delle acque fluviali ed evitare di allagare le abitazioni, venne restaurato un canale artificiale in grado di fornire l’acqua per la pulizia delle strade. A Campagna dal 1982 si è unito l’utile al dilettevole spettacolarizzando la Chiena grazie a un’idea di Angelo Riviello, con appuntamenti di musica classica, arte, teatro, passeggiate e, naturalmente, le imprescindibili secchiate. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here