Anomalie della forma dell’unghia Coilonichia.

La lamina perder la sua convessità e l’unghia prende una forma leggermente concava. I margini laterali e il margine libero si sollevano “a cucchiaio”.

Ippocratismo digitale.

L’unghia assume un aspetto bombato, a vetrino d’orologio (ricorda infatti la forma del vetro dell’orologio) e l’estremità diventa rigonfia, “a bacchetta di tamburo”. L’unghia tende a coprire la punta dei polpastrelli.

Onicogrifosi.

L’unghia presenta una crescita rallentata e asimmetrica. Una parte della matrice cresce di più. Si accompagna ad un colore grigio-giallastro e a un’incurvatura laterale dell’unghia. Solitamente riguarda l’alluce.

Unghie a becco di pappagallo.

Unghie molto fragili e sottili, bianche e curve a partire dall’angolo libero.

Unghie a pinza.

Riguarda soprattutto gli alluci del piede e viene spesso causata dall’utilizzo di scarpe non adatte (esempio con tacchi molto alti). I margini laterali della lamina sono spinti verso il basso e stringono il letto ungueale come una sorta di “pinza”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *