Monitorare gli spostamenti di edifici e infrastrutture, con sistemi innovativi di monitoraggio con particolare attenzione ai rischi naturali e all’ambiente urbano. Sono questi gli obiettivi alla base del progetto I.MODI, un sistema integrato di monitoraggio degli spostamenti degli edifici in area urbana e grandi infrastrutture.
È un progetto nato all’interno di Survey Lab s.r.l., società fondata nel 2008 come spin-off di “Sapienza – Università di Roma” – DICEA. Nata grazie alle competenze di un team di docenti e dottori di ricerca afferenti all’Area di Geodesia e Geomatica del Dipartimento di Ingegneria Civile Edile ed Ambientale dell’ateneo romano, Survey Lab è attualmente attiva nel campo della geomatica applicata al controllo e rilievo del territorio con l’utilizzo integrato di sensori terrestri e satellitare.

Il progetto I.MODI sfrutta i dati di osservazione della Terra per sviluppare servizi personalizzati, elaborando i dati radar satellitari con la tecnica DinSAR (Interferometria Differenziale Radar ad Apertura Sintetica).
Attraverso una serie di immagini acquisite in tempi diversi è possibile seguire l’evoluzione temporale della deformazione del terreno con una accuratezza millimetrica. 
Sull’area di interesse vengono fornite mappe interpolate degli spostamenti cumulati nel tempo. I risultati delle analisi vengono interpretati considerando processi attivi di origine naturale ed antropica e le caratteristiche del sottosuolo.
Le mappe, fornite al cliente attraverso un applicativo mobile e desktop, sono corredate da una scheda informativa che contiene considerazioni sulle cause e caratteristiche del processo osservato.
Le strutture vengono classificate utilizzando un approccio geo-statistico che tiene in considerazione la numerosità dei punti di lettura e le velocità di spostamento. L’analisi fornisce un quadro d’insieme della stabilità delle strutture in una determinata zona. La visione semplificata a grande scala permette di individuare con facilità le strutture più critiche che necessitano di ulteriori indagini.
Il servizio I.MODI presenta numerose peculiarità che possono essere così sintetizzate:
• fornisce un servizio di prevenzione che, partendo da dati complessi, mette a disposizione uno strumento che semplifica le informazioni e agevola operazioni di sicurezza sul territorio;
• è conveniente, in quanto l’utilizzo della tecnologia DInSAR permette di monitorare grandi aree senza la necessità di installazione di strumentazione in situ;
• evidenzia comportamenti anomali di singole strutture;
• permette l’analisi a ritroso e previsione dei comportamenti futuri delle strutture;
• permette di monitorare in modo più agevole situazioni critiche che non sarebbero accessibili in condizioni normali;
• rende accessibile anche ai non esperti l’utilizzo di dati di osservazione della Terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *