AVOCADO

Molti studi scientifici hanno evidenziato che gli acidi grassi monoinsaturi, che contiene, riescono ad abbassare drasticamente il colesterolo cattivo o LDL. L’avocado è il frutto più povero di carboidrati e più ricco di grassi moninsaturi (fino al 30%). Molto indicato anche per i diabetici, per la sua bassa quantità di zuccheri. Questo frutto è un concentrato di vitamine, come la vit.E, carotenoidi (tocoferolo e beta-sitosterolo) e vit. C. I suoi grassi sono indispensabili per meglio assorbire le vitamine liposolubili, come la vit. A. Ad esempio se si abbina alle carote anche un avocado, l’assorbimento di betacarotene aumenta di 14 volte. Quindi, ancora una volta, si mette in evidenza la sinergia alimentare, per aumentare i benefici che si possono ricavare da essi. Ricco di antiossidanti, in realtà ne contiene uno che è definito “The master antioxidant”, il GSH, sostanza in grado di bloccare l’azione infausta dei radicali liberi. I periodo di raccolta può concentrarsi tra ottobre e novembre, e i frutti che troviamo in commercio sono quasi tutti importati, anche se i Italia c’è una piccola coltivazione a Giarre, nel catanese. Le varietà che si trovano in commercio sono due la Fuerte ( originaria del Centro America) e la Hass ( originaria della California, ma coltivato anche in Israele e in Europa). La differenza risiede solo nella forma e nel colore della buccia. La Fuerte è di forma allungata e colore verde, mentre la Hass è più scuro e con buccia corrugata. Ricordiamo che pur essendo un super food è un alimento molto calorico, per 100g apporta 400-500 calorie. Il giusto, sarebbe, consumare mezzo frutto al giorno, abbinandolo al pesce, alle insalate oppure ai frullati. Recenti ricerche americane, hanno dimostrato che consumare mezzo frutto dopo un pasto, si prolunga il senso di sazietà,addirittura per circa 5 ore non si avranno attacchi di fame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *