Seguici
fb-share-icon0

20

Fabio Tucciariello, operaio di 39 anni (lavorava per l’impresa edile di famiglia), tifoso della Vultur Rionero, squadra dell’Eccellenza lucana è morto dopo essere stato investito da un’auto poi fuggita e sulla quale viaggiavano alcuni tifosi della squadra rivale del Melfi, che milita nello stesso campionato. Nella notte la svolta, con l’autista (un tifoso del Melfi di 30 anni) rintracciato dalla polizia, interrogato e arrestato assieme ad alti 24 ultrà del Rionero (gli indagati si trovano tutti in carcere). Negli scontri sono rimasti feriti altri tre tifosi, uno di loro in modo grave.

L’incidente è avvenuto nell’area davanti alla stazione di Vaglio di Basilicata, in provincia di Potenza. Lì si sono incontrati i due gruppi di tifosi, che erano diretti in località diverse. Ieri non era in programma il match tra le due squadre delle città rivali, distanti tra loro una manciata di chilometri: i sostenitori stavano viaggiando per assistere ai match del Melfi contro il Tolve e del Rionero a Brienza (entrambe in provincia di Potenza), partita che è stata sospesa dopo che si è diffusa la notizia della morte di Fabio.

Di certo in quel punto, dove poi sono stati ritrovati bastoni e tirapugni, alle 14, a tafferugli iniziati, è piombata una Fiat Punto con tre giovani, tutti tifosi del Melfi. Che per qualche ora hanno fatto perdere le loro tracce. Tucciariello, che con gli altri tifosi rioneresi era arrivato alla stazione di Vaglio a bordo di un minibus, è morto sul colpo.

Al termine degli interrogatori in Questura, è stato arrestato l’autista della Fiat Punto che avrebbe, secondo gli inquirenti, investito e ucciso Fabio Tucciariello, il 39enne tifoso della Vultur Rionero e ferito altre 4 persone, a Vaglio di Basilicata (Potenza). Si tratta di un uomo di 30 anni. Disposti, inoltre, sempre dalla Procura di Potenza che indaga, gli arresti domiciliari per 24 supporter della Vultur Rionero. 

Ti piace questo blog? Per favore spargi la voce :)