La cellulite è un inestetismo cutaneo che affligge democraticamente un po’ tutte le donne, dalle più magre alle meno magre, dalle più giovani alle meno giovani, ed è un problema esclusivamente femminile in quanto è causato principalmente da un eccesso di estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, che causano ritenzione idrica.
Scientificamente la cellulite è definita pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica del tessuto adiposo, in quanto si tratta di una patologia che riguarda il pannicolo adiposo sottocutaneo che funge da riserva energetica. Gli estrogeni favoriscono la ritenzione dei liquidi, l’aumento di volume delle cellule grasse di questo strato, che di conseguenza scoppiano e riversano il loro contenuto (i trigliceridi) nell’ambiente circostante determinando malfunzionamento del microcircolo ed estensione del tessuto adiposo.
Cause
Le cause della cellulite sono svariate:
– Predisposizione genetica a problemi di natura vascolare (insufficienza venosa, problemi del microcircolo etc.) e ormonale;
– Stile di vita sedentario;
– Alimentazione ricca di grassi, zuccheri, alcolici, superalcolici e sale e povera di fibre e di acqua;
– Abbigliamento e calzature inadeguati (indumenti troppo stretti, calzature con tacchi alti) che affaticano la circolazione;
– l’uso di farmaci contenenti ormoni, come la pillola anticoncezionale, che favorisce la ritenzione idrica soprattutto nelle parti basse del corpo (glutei, fianchi, cosce etc.);

Rimedi:
Per combattere la cellulite è opportuno intervenire su più fronti contemporaneamente contrastando principalmente la ritenzione idrica e il malfunzionamento del microcircolo.
1. Bisogna correggere la propria alimentazione intraprendendo un regime dietetico sano ed equilibrato povero di cibi eccessivamente grassi, dolci , alcolici ed elaborati.
– Ridurre il consumo di sale limitandone l’aggiunta agli alimenti, che possiamo insaporire utilizzando, invece, aromi e spezie, come salvia, alloro, origano, peperoncino, basilico, rosmarino etc.;
limitando il consumo di prodotti contenenti molto sale come gli insaccati, le carni conservate, i formaggi (che sono tanto più salati quanto più stagionati), i prodotti da rosticceria e quelli in scatola, a cui il sale viene aggiunto come conservante;
– per eliminare i liquidi di ritenzione è opportuno avere anche una corretta idratazione per cui bisogna bere almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno, magari utilizzando anche tisane drenanti come quelle a base di pilosella, tarassaco, ortosiphon, centella asiatica, carciofo, betulla etc., e consumando frutta e verdura contenenti un’elevata quantità di acqua come i carciofi, gli asparagi, l’anguria, l’ananas che tra l’altro contiene bromelina, un enzima proteolitico che ha anche un effetto drenante ed anticellulite;
– consumare regolarmente alimenti ricchi di fibre come frutta, verdura, ortaggi e cereali integrali in quanto le fibre ci aiutano ad eliminare le tossine metaboliche;
– un minerale che ci aiuta nel drenaggio dei liquidi in eccesso è il potassio presente in elevate quantità nelle banane, nei kiwi, nell’ananas, nelle albicocche, nelle ciliegie, nelle patate, nelle cipolle,nei cavoli, nei finocchi, nei legumi e negli spinaci;
– per favorire il microcircolo consumare frutta e verdura ricche di vitamina C, antiossidanti e flavonoidi come le fragole, i mirtilli, le more, le arance, i kiwi, i ribes, peperoni, prezzemolo, pomodori, limone, i broccoli.

2. Adottare uno stile di vita sano e attivo, preferendo una camminata all’auto, le scale all’ascensore, e praticando regolarmente attività fisica che sia uno sport, palestra, una corsa o una camminata all’aperto, una passeggiata in campagna o in montagna, un giro in bicicletta, insomma qualsiasi attività purchè teniate attiva la vostra circolazione e riduciate l’accumulo di grasso dando una sferzata al metabolismo.
3. Trattamenti estetici localizzati che favoriscono il microcircolo e il drenaggio dei liquidi come la pressoterapia, mesoterapia, massaggi linfodrenanti etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *