CONDIVIDI

Le Opere di difesa costiera nascono con l’intento di salvaguardare la costa, le zone balneari e non solo da attacchi erosivi derivanti dal mare. Le operazioni progettuali dipendo della zona costiera dall esposizione al vento, e dalla direzione del trasporto sedimentario. Importante per la tutela della costa è intercettare il trasporto del moto ondoso sia esso parallelo alla costa, o trasverale .

Tra Le opere di ordinaria amministrazione che vediamo lungo le nostre coste, vi sono i frangiflutti o cosiddetti “scogli “, opere rigide la cui progettazione nasce a partire dal peso specifico dei singoli blocchi, che oppongono resistenza alle forze esercitate dalle onde. La collocazione dei frangiflutti deve essere tale da consentire il normale rimescolamento di acqua nella zona tra essi e la battigia, evitando quindi zone di ristagno e L insorgenza di tomboli (lingue di spiaggia emersa). I frangiflutti o scogli possono essere aderenti alla costa, come difesa sostegno strutturale di lungomari. È possibile vederli adiacenti al lungomare di napoli o Salerno.
Oppure possono essere messi a distanza, per intercettare le onde di notevole altezza, emersi o sommersi. Solitamente quelli emersi, pur essendo di efficacia maggiore, sono di notevole impatto paesaggistico, a differenza di quelli sommersi che però compromettono la navigazione marittima, per lo scarsa riconoscimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here