La prima domanda che ci si pone quando si sceglie di adottare un cucciolo è: “e adesso come gli insegno a fare i bisogni fuori?”

La cosa da tenere bene a mente è che bisogna armarsi di tanta pazienza. Innanzitutto è bene capire che un cucciolo, a differenza di un cane adulto, non riesce a trattenere i bisogni per più di 3 ore. Se si pretende, quindi, di lasciare il cane solo in casa per 8-12 ore, e di non trovare i bisogni ovunque, non adottate cani.

Generalmente, il cane, quando sta per fare i propri bisogni, fa di tutto per avvertirci. In genere comincia a piagnucolare,  a girare su se stesso o ad annusare in terra.

Se il cucciolo è troppo piccolo, in genere i veterinari consigliano di non portarlo fuori prima di aver terminato la profilassi dei vaccini. Per un cucciolo camminare in strada dove potrebbero essere passati cani malati, potrebbe rappresentare infatti un rischio.

Potete quindi insegnare inizialmente al vostro peloso a fare i propri bisogni sulla traversina, per poi insegnargli successivamente a farli fuori. Il metodo più efficace da utilizzare è sicuramente quello del rinforzo positivo. Ogni volta che il vostro cane comincerà ad annusare in terra, oppure a girare su se stesso, posizionatelo sulla traversina. Se il cucciolo farà i bisogni nel posto prestabilito, premiatelo. Dategli un biscotto e fate quante più moine possibile. Il cucciolo si sentirà al centro dell’attenzione e capirà di aver fatto la cosa giusta.

Quando il vostro amico a quattro zampe sarà pronto per uscire in strada, spostate la traversina sempre più vicino alla porta per poi passare all’esterno. Il vostro cane continuerà a fare i bisogni in quel posto perché sa che è la cosa giusta. Potrete a quel punto togliere la traversina e continuare a premiarlo quando farà i bisogni fuori.

Se invece il vostro cane fa i bisogni in casa, ci sono delle cose che un padrone non deve assolutamente fare. Innanzitutto non sgridatelo. Vi sembrerà strano, ma i pelosi dimenticano di aver fatto qualcosa di sbagliato. Se quindi non li cogliete sul fatto, e li sgridate a distanza di ore, andranno in confusione e non capiranno per quale motivo lo state facendo.

Se rientrate in casa e trovate i bisogni in terra, non chinatevi assolutamente a raccoglierli. Per il cane questo sarebbe un invito a nozze. Il vostro amico, infatti, crederà che voi vogliate giocare. Portatelo in un’altra stanza, e solo allora, quando non potrà vedere, chinatevi a raccogliere i bisogni.

“Spero di esservi stata d`aiuto e… in bocca al lupo!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *