CONDIVIDI

Nell’era del tutto e subito si pretende di dimagrire in poco tempo e senza sacrificio allora si cerca la via più facile: le diete lampo o iperproteiche, i “beveroni” magici” (sono sempre più diffuse le aziende che propongono “prodotti dimagranti” sostitutivi dei pasti) e i semi-digiuni. Ma cosa si perde effettivamente con delle diete del genere? Vi siete mai chiesti quali conseguenze potrebbero avere sul vostro metabolismo e sulla vostra salute? Chi vi propone queste diete?

Conseguenze:

 Per avere un rapido calo di peso si punta su regimi dietetici ipocalorici i quali determinano sì perdita di massa grassa ma perlopiù perdita notevole di massa magra ossia di acqua e muscoli in quanto in mancanza di energia l’organismo cerca di procurarsela catabolizzando le proteine muscolari e servendosene come fonte energetica, di conseguenza il metabolismo basale si abbassa;

 Non si hanno le energie sufficienti per svolgere le attività quotidiane per cui si avverte spossatezza, difficoltà di concentrazione, mal di testa e si può incorrere in cali di zucchero;

 Repentini cambiamenti di umore, facile irritabilità che a lungo andare in associazione all’attivazione dei meccanismi che inducono la fame spingono a desiderare cibi malsani, a mangiare incontrollatamente e dato il rallentamento del metabolismo basale si recupera rapidamente il peso perso con gli interessi;

 Una corretta digestione richiede sufficienti quantità di fibra e acqua, che il nostro organismo ottiene da una varietà di alimenti quali frutta, verdura e cereali.

Quando si limitano le calorie e i gruppi di alimenti, la digestione può rallentare, si può avere stipsi e gonfiore, e la funzione della colecisti può risentire negativamente del deficit calorico a causa del quale il fegato produce una maggiore quantità di colesterolo, questo finisce nella bile e può determinare formazione di calcoli biliari;

 Le diete a base di beveroni sostitutivi del pasto o di compresse sono psicologicamente tediose: si perde il piacere di assaporare un piatto normale e preclude di vivere momenti sociali basati sulla convivialità;

 Quest’ultima tipologia di diete andrebbero assolutamente evitate in caso di gravidanza, allattamento, diabete, patologie tiroidee, epatiche e cardiache.

 

Il miglior modo per perdere peso e mantenerlo nel tempo si basa su una rieducazione alimentare, uno stile di vita sano e attivo da abbracciare e tenere sempre stretto.

Chi propone queste diete? In molti casi persone e rivenditori che non hanno alcuna competenza nutrizionale e dietetica per farlo e mossi esclusivamente da interessi commerciali non tengono alcun conto delle reali esigenze del singolo individuo e del suo stato di salute. Secondo la legge italiana possono elaborare diete i biologi, i medici e i dietisti. Non hanno alcuna competenza per farlo, invece, i naturopati, i coach nutrizionali e i personal trainer, che possono rilasciare solo consigli generali. Affidate voi stessi e la vostra salute a mani esperte.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTartarughe marine
Prossimo articoloLe scuole medie
Biologa nutrizionista, specialista in Scienze dell'alimentazione. Laurea triennale in Biologia Generale e Applicata; laurea magistrale in Biologia della Nutrizione conseguite presso l'Università degli Studi di Napoli Federico ||; scuola di specializzazione in Scienza dell'Alimentazione presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Federico II di Napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here