CONDIVIDI

HCV L’epatite C è una malattia infettiva, causata dal hepatitis C virus, che colpisce in primo luogo il fegato. L’infezione e spesso asintomatica ma la sua cronicizzazione può condurre alla fibrosi del fegato e, infine alla cirrosi che risulta generalmente evidente dopo molti anni. In alcuni casi la cirrosi epatica potrà portare a sviluppare insufficienza epatica, cancro del fegato, varici esofagee e gastriche per via dell’ ipertensione portale. HCV e trasmesso principalmente per contatto diretto con il sangue infetto, spesso dovuto all’uso di droghe per via endovenosa, a presidi medici non sterilizzati e trasfusioni di sangue. Si stima che circa 130 /170 milioni di persone al mondo siano infettate dai virus dell’epatite C. L’esistenza dell’epatite C in origine definite epatite non ae non B è stata ipotizzata nel 1970 è confermata nel 1989.

Il virus dell’epatite C i sebbene, con frequenza di gran lunga inferiore a quella del virus dell’epatite B e dell’ HIV si trasmette per via sessuale. . Tale trasmissione avviene solo se durante l’atto via scambio di sangue. Non sono infettanti nello sperma nella saliva nelle secrezioni vaginali. Il rischio è minore ne partner monogami sia etero sessuali siamo sessuali rispetto ai soggetti con numerosi partner sessuali. La coinfezione HIV e HCV aumenta il rischio di trasmissione sessuale di HCV. Altri fattori potenzialmente in grado di aumentare il rischio di infezione sono la presenza di altre malattie sessualmente trasmissibili come herpes simplex labiale e genitale, gonorrea,Tricomonas vaginale. Il governo degli Stati Uniti raccomanda solo l’uso del preservativo per prevenire la trasmissione dell’epatite C negli individui con partner multipli. Vi sono una serie di test diagnostici per l’epatite C tra cui il test ELISA. Questa patologia la si può diagnosticare con un semplice esame del sangue per rilevare la presenza di anticorpi contro la HCV. In generale il trattamento farmacologico è consigliato nei pazienti con alterazioni epatiche provocate dal virus. Il trattamento di riferimento fino a pochi anni orsono è stata una combinazione di interferone alfa pegilato e ribavirina. Dopo anni sono disponibili farmici antivirali ad azione diretta usati in formulazione e schedule variabili a seconda del genotipo del virus HCV. Non è ancora disponibile un vaccino efficace nella prevenzione delle infezioni da parte del virus dell’epatite C alcune sono in fase di sviluppo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteASMA IN GRAVIDANZA
Prossimo articoloRED RIBBON
Ostetrica di 28 anni con esperienza sperimentale sulle malattie sessualmente trasmesse. Naturalista per passione e produttrice di prodotti fatti in casa, esclusivamente per hobby. Simpatica, esuberante , amante del teatro e della poesia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here