A Pasqua non deve mancare il Casatiello e Tortano. Sono due rustici diversi, si differenziano dalla posizione delle uova: nel casatiello si mettono sopra e sono chiuse da una croce dell’impasto; nel tortano le uova troviamo taglaite all’interno, nel ripieno. Il casatiello è un pane che ha anche una forte simbologia cristiana, rappresenta la corona di spine del Crocifisso. Si mangia il sabato santo accompagnato da fave, soppressata e ricotta salata.

Ingredienti

  • 600 g di farina forte
  • circa 300 ml di acqua
  • 25 g di lievito di birra
  • 225 g di strutto
  • 100 g di formagio grattuggiato (tra pecorino e parmigiano reggiano)
  • 200 g salame napoletano
  • 150 g provolone
  • 12 g di sale
  • q.b. pepe
  • 4 o 6 uova per decorare

Procedimento

Impastate la farina, aggiungete il lievito di birra precedentemente sciolto in acqua tiepida e diniziate a lavorare l’impasto. Aggiungete la sugna e lavorate per farla assorbire nell’impasto ed infine poco sale e pepe. Fate lievitare l’impasto in un recipiente coperto dalla pellicola per alimenti fino a quando non triplica, circa 1-2 ore.

Quando l’impasto è ben cresciuto, trasferitelo su di un piano di lavoro leggermente infarinato, sgonfiatelo (tenete da parte un pò d’impasto per la decorazione) e stendetelo formando un rettangolo dallo spessore di 1 cm ed inserite il ripieno (formaggi e salumi).

Arrotolate la pasta delicatamente su se stessa come un salame.

Ungete uno stampo con il buco al centro con la sugna e sistematevi dentro il rotolo unendo bene le due estremità e fate lievitare fino al bordo dello stampo coperto da un canovaccio, ci vorranno circa 3 ore.

Lavate bene il guscio delle uova con cui andrete a decorare il vostro rustico, disponetele a raggiera con le punte rivolte verso il centro dello stampo, con l’impasto tenuta da parte fate dei bastoncini che disporrete a croce sulle uova.

Spennellate il casatiello con un tuorlo d’uovo. Accendete il forno a 180° e quando è tiepido e non ha ancora raggiunto la temperatura, infornate il rustico in modo che cuocerà lentamente nel forno, ci vorrà circa 1 ora, prima di sfornare fate la prova stecchino.

Servire freddo, si conserva bene per 3-4 giorni ben chiuso in pellicola per alimenti.

alla prossima – Dori Stella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *