Il fenomeno “Kiss me Licia” è arrivato in Italia il 10 settembre 1985. Licia è una ragazza (universitaria nel manga, liceale nell’anime) che lavora al Mambo, l’okonomiyaki-ya (ristorantino tipico specializzato in okonomiyaki)gestito dal padre Shige-san (Marrabbio).
Un giorno durante un acquazzone Licia incontra per caso Hashizo Kato (Andrea), un bambino che frequenta l’asilo, scappato di casa col suo gatto Giuliano, e si prende cura di loro. Poco dopo, mentre cammina per strada, si scontra con Go Kato (Mirko), il fratello maggiore di Andrea, nonché leader e cantante del gruppo dei Bee Hive, preoccupato per la scomparsa del fratellino. Dopo un primo momento d’attrito, tra i due nasce un’amicizia destinata a tramutarsi in un travolgente amore. Ma le cose non sono così semplici perché Licia ha anche una mezza storia d’amore con il tastierista del gruppo di Mirko, Satomi Okawa; tanto che tra i due sorgerà presto una grande rivalità che comprometterà il successo della band. Come se non bastasse, a complicare ulteriormente le cose arrivano Isuzu Fujita (Manuela) e Meiko Kajiwara (Marika): la prima amica di Licia ed innamorata di Mirko, la seconda, prepotente ed ambiziosa, innamorata di Satomi. Ed anche il carattere all’antica del padre della ragazza (che non vede di buon occhio i due “capelloni”) non l’aiuta in questa difficile scelta, tra Mirko e Satomi.
Con il passare del tempo le cose si sistemano e Licia può finalmente comprendere quello che davvero prova nei confronti di Mirko, grazie anche all’intervento del piccolo Andrea che vede subito nella giovane la figura materna che non ha mai avuto. Satomi cede alla corte di Marika e Manuela si accorge di un altro componente del gruppo, con il quale si fidanza e poco dopo sposa. Sul finale della serie i Bee Hive, cavalcando ormai l’onda del successo, partono per una tournée negli Stati Uniti d’America; non prima però che Marrabbio (appianate le divergenze con il genero) abbia obbligato i due innamorati ad annunciare ufficialmente il loro fidanzamento.L’anime è prodotto dalla Toei Animation ed è stato trasmesso da TV Asahi tra marzo 1983e gennaio 1984. In Italia la serie ha debuttato su Italia 1 con il titolo Kiss Me Licia[4]. Nell’edizione italiana, sono stati realizzati iVHS della serie in edicola editi da De Agostinie dalla Stardust, ma non è ancora pubblicato in DVD.

L’anime in Giappone non ebbe particolare successo tant’è che non ebbe alcun sequel; inItalia invece il cartone aveva avuto un grande seguito e molti giovani telespettatori iniziarono a chiedere nuovi episodi dell’anime ma i giapponesi non avevano intenzione di realizzare una seconda stagione del cartone: fu così che la Fininvest decise di realizzare un telefilm italiano con attori in carne ed ossa che proseguisse idealmente le vicende di Kiss Me Licia: per il ruolo di Licia venne sceltaCristina D’Avena (al suo debutto come attrice) che tanto successo aveva già ottenuto cantando la sigla dell’anime; per far accettare meglio il telefilm dal giovane pubblico televisivo tutti i personaggi furono doppiati dagli stessi doppiatori dell’anime (infatti la D’Avena recita con la sua voce solo nelle parti cantate mentre nei dialoghi è doppiata da Donatella Fanfani.
Nel 1986 debutta quindi su Italia 1 il telefilm Love Me Licia che otterrà grande successo; ad esso seguiranno altre tre serie anch’esse aventi grande seguito: Licia dolce Licia (1987), Teneramente Licia (1987) eBalliamo e cantiamo con Licia (1988).

I telefilm ottennero grande successo in Italia, con picchi di oltre 5 milioni di telespettatori. Alla serie hanno collaborato per le scene autori e registi divenuti molto noti nel tempo come Stefano Vicario, Alfredo Accatino,Giovanna Koch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *