Ho trovato un principio che è possibile applicare agli esseri umani.
Il concetto è: “Se non è necessario fare qualcosa, il computer (o una qualunque macchina) non lo fa”. Questo è il “Principio del privilegio minimo”… e pensandoci, anche noi ogni volta pensiamo alle cose che servono quando servono.
Il dubbio è se questa teoria vale al 100% per gli esseri umani.
Non ho ancora trovato una risposta, ma son sicuro che (almeno) la strada è quella giusta.
Ho chiamato la mia teoria in un modo anche abbastanza simpatico: “La teoria della scatola e della spina”. Vi faccio un esempio. Pensiamo ad un ragazzo che vive a casa con i genitori. Secondo questa teoria, niente ci differenzia da un elettrodomestico presente in casa…perché, come per noi la scatola è “la casa” in cui ci troviamo e il palazzo è la nostra “spina” (perché consente alla casa di esistere e ha dato e continua a dar vita alla casa), allora anche l’involucro di un elettrodomestico è “la casa” e il filo dove passa la corrente rappresenta “la spina”.
Cosa ci distingue da un microonde? Niente! Siamo uguali.
L’essere umano è una macchina.
Siamo tutti macchine… e lo dimostrerò applicando teorie informatiche/matematiche alla vita di tutti i giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *