I primi smalti per unghie nacquero intorno al 3000 AC. All’inizio erano composti da una gomma arabica, cera d’api, albume d’uovo e gelatina. Poi si è iniziato a produrli usando derivati delle rose, orchidee e altri fiori misti all’allume.

I Cinesi:
Secondo alcuni studi furono i cinesi i primi ad utilizzare lo smalto per unghie nella maniera con cui lo intendiamo al giorno d’oggi. Usavano colori laccati rossi e neri oppure bronzo o argento. Avere le unghie lunghe e curate era simbolo di nobiltà e prestigio in quanto indicava la non necessità di lavorare.

Gli Antichi Egizi:
Anche gli Egizi erano soliti decorarsi le mani e colorare le unghie. questo popolo era solito usare l’hennè ( lo stesso che oggi si applica come colore sui capelli per tingerli). Tra i colori preferiti di questa popolazione c’era il rosso: Cleopatra colorava le sue unghie di rosso scuro, molto tendente al bordeaux mentre alcune fonti indicano che Nefertiti abbinasse il colore della sua parrucca a quello delle unghie utilizzando un hennè rosso fiammante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *