CONDIVIDI

E’ la sera che iniziano i pensieri. 
Capisco che in fondo, nella vita di ognuno di noi, ci sono preoccupazioni scritte con l’inchiostro di china, quello indelebile…dove nessuna lettera verrà mai cancellata. 
E allora che faccio? Strappo il foglio o esco?
Esco! Si… apro la finestra.
Mi ritrovo fuori al balcone.
Il freddo? Non mi ferma.
Mi siedo a terra.
Mentre alzo il collo e perlustro il cielo per guardare le stelle, ne vedo una.
Non è come le altre… brilla più di tutte.
Eccola, l’ho trovata. E’ la stella della mia vita.
La luce che non si spegnerà mai.
Un punto che ad ogni mio sguardo diventa sempre più luminoso… e tra un battito di ciglia e l’altro, mi sta dando la forza di andare avanti.
Lì c’è sicuramente tutto!
Il mio passato, il mio presente e il mio futuro.
Ora si che mi sento bene… ma voglio prenderla!
Desidero questa stella più di ogni altra cosa al mondo.
Posso? Continuo a chiedermelo.
La risposta, purtroppo, è sempre “no”.
Che cosa c’è allora lassù?
Non possiamo avvicinarci per prenderla.
Non possiamo allontanarci per paura di perderla.
Ho capito, non passo saperlo…
Ci sono pagine che l’essere umano non leggerà mai.
Bisogna solo stare fermi e vivere.
E’ il pensiero che ci rende veramente liberi.
La fantasia e la voglia di volare.
E adesso? Apro o non apro gli occhi?
Realtà, sole e cinguettii… è già mattina!

Monologo ideato e scritto da Alfonso Fiorentino.
Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è puramente casuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here