Heidi è un famoso romanzo scritto daJohanna Spyri, pubblicato nel 1880 e ambientato fra la Svizzera e la Germaniaintorno alla fine dell’Ottocento. È stato utilizzato come spunto per numerosi film e cartoni animati ed ha avuto molto successo, specialmente tra i bambini.
Sulle Alpi svizzere negli anni trenta del XIX secolo, Heidi è rimasta orfana in tenera età e sua zia Dete si è presa cura di lei fino all’età di 5 anni fino a quando trova lavoro a Francoforte non potendosi più occupare della bambina: è quindi costretta ad affidarla all’unico suo parente ancora in vita, il nonno da tutti conosciuto come “il vecchio dell’Alpe”, uomo burbero e misantropo che vive in una casetta di montagna isolato da tutti, nei pressi del paese collinare di Dorfli, presso Maienfeld. Il vecchio, soldato pensionato, prende in casa la bambina di malavoglia, ma la simpatia e l’innocenza di Heidi hanno subito la meglio della sua ruvida scorza di montanaro.
Heidi si abitua molto velocemente alla vita della montagna con la sua natura incontaminata, ogni giorno alla scoperta delle cose meravigliose che la montagna le offre. Conosce Peter, un pastorello che ogni giorno porta al pascolo le capre degli abitanti del villaggio comprese le due capre del nonno, che diventerà subito il suo più grande amico.
Piano piano il nonno si abitua alla presenza di Heidi, grazie a lei infatti si rompe la vita monotona e solitaria e arriva una ventata di freschezza e allegria oltre che un valido aiuto in molte incombenze come la preparazione dei formaggi.
La zia Dete è comunque convinta che non sia giusto che la piccola viva a lungo con il vecchio misantropo isolata su in montagna. Ritorna quindi da Francoforte dopo aver trovato per Heidi l’occasione di vivere a casa della famiglia Seseman: qui abita Clara, una ragazzina di 12 anni costretta su una sedia a rotelle da una malattia. Heidi diventerebbe quindi una sorta di “dama di compagnia” di Clara.
Heidi è costretta quindi ad abbandonare il nonno e i suoi amati pascoli e si ritrova catapultata nella frenetica Francoforte. Al suo arrivo nella sua nuova casa, la bambina prova subito un’istintiva e ricambiata simpatia per Clara, ma stenta a inserirsi nei ritmi di vita della sua nuova famiglia, osteggiata anche dalla signora Rottenmeier, arcigna governante della casa e istitutrice di Clara. Fortunatamente la Signora Seseman, che ogni tanto va a trovare la nipote, riesce a comprendere Heidi e il suo carattere solare: le è di conforto e l’aiuta a sopportare meglio la lontananza dal suo amato mondo di montagna.
Tuttavia a un certo punto la signora Rottenmeier proibirà ad Heidi di parlare dei monti e del nonno a Clara dicendo che queste cose fanno soffrire la ragazzina, così Heidi inizia a reprimere i pensieri e diveniresonnambula. Quando il dottor Classen si accorgerà di questo, d’accordo col signor Seseman la farà tornare agli amati monti e dall’adorato nonno.
Heidi, dopo molte difficoltà, riesce a convincere la nonna e il padre di Clara a portare la ragazzina in montagna per una breve vacanza, durante la quale l’amica, rinvigorita dall’aria salubre e dal cibo sano, riuscirà anche ad abbandonare la sedia a rotelle e a camminare. Alla fine Heidi ritornerà quindi definitivamente a vivere a casa del nonno, senza però dimenticare la sua grande amica di Francoforte.
In Italia, uno dei paesi dove la serie ha avuto maggior successo, l’anime venne trasmesso per la prima volta su Rai 1 dal 7 febbraio al 6 giugno 1978. La versione italiana si basa su quella tedesca, e presenta quindi la colonna sonora di Gert Wilden anziché quella originale di Takeo Watanabe. Anche la celebre sigla scritta da Franco Migliacci e cantata daElisabetta Viviani, che ebbe un inatteso successo anche nelle compilation discografiche, è una cover di quella tedesca, composta da Christian Bruhn. Passata nel tempo dalle reti Rai a quelle Mediaset, il cartone è stato trasmesso ripetutamente, dato il sempre buon livello d’ascolto. Il doppiaggio italiano fu eseguito dalla C.D
Nel 2015 è stato prodotto Heidi, remake della serie anime, realizzato in computer grafica 3Dda Studio 100. In Italia la serie è stata trasmesso su Rai Yoyo dall’8 giugno 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *