Come superare la fine delle vacanze? Che sia al mare o in montagna,il momento migliore dell’anno finisce sempre troppo presto.Ma a tutto c’è rimedio:ecco qualche consiglio per superare lo sconforto dovuto al rientro e far durare il buon umore anche a casa.O almeno per provarci!

 

Pianificate le ferie in modo da avere uno o due giorni liberi prima di riprendere il lavoro: avrete più tempo per disfare i bagagli, fare le lavatrici e riprendervi dal viaggio. Quando troverete una montagna di lavoro arretrato sulla scrivania, non esagerate i ritmi di lavoro, ma iniziate con calma e cercate di evitare lo stress. Date uno sguardo generale e organizzatevi in modo da svolgere i compiti in ordine di importanza. Concedetevi delle pause intermedie e, infine, ricordate che un luogo di lavoro ordinato e arredato con qualche pianta contribuisce al buon umore.

 

I ricordi sono un balsamo

Quella fantastica escursione sulle Dolomiti, quella scorpacciata di pesce in Portogallo… Esperienze ormai concluse, di cui tuttavia rimangono vivi di ricordi soprattutto grazie a fotografie e video. Ritagliatevi dei momenti per guardarli, create un album o montate un filmino al computer: per rivivere i più bei momenti delle vacanze ancora una volta e provare di nuovo quella sensazione di benessere.

 

Raccontare e imitare

Coinvolgete nei vostri racconti la famiglia e gli amici, descrivete i momenti più belli e divertenti,date dei consigli a chi vorrebbe visitare le stesse destinazioni. Inoltre,cucinate i piatti che vi sono piaciuti durante il viaggio mentre in sottofondo risuona la musica del cd che avete comprato sul posto.E,come per magia,siete tornati in vacanza.

 

Organizzare un nuovo viaggio

Nulla immerge in un clima di vacanza più della pianificazione del prossimo viaggio: quando si sceglie dove e quando andare e si progettano le attività da fare una volta arrivati, la quotidianità è presto dimenticata. Pianificate il più presto possibile la partenza: non deve essere un tour di quattro settimane attraverso l’Australia, può bastare un weekend fuori città per scatenare l’effetto rigenerante.

Gli esperti hanno concluso che numerose uscite brevi distribuite durante l’anno portano alla stessa gratificazione di un unico lungo viaggio,anche se ciò significa aumentare il rischio di soffrire di trauma da rientro.Ma non c’è problema,visto che oramai si sa come superarlo: con i bei ricordi e l’organizzazione di una nuova vacanza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *