Si sente spesso parlare dello ZENZERO ma sappiamo veramente cos’è e soprattutto a cosa serve? Lo zenzero chiamato anche con il nome ginger, è una pianta erbacea originaria dell’Estremo Oriente.

Il rizoma contiene i principi attivi della pianta: olio essenziale, gingeroli e shogaoli (principi responsabili del sapore pungente), resine e mucillagini, e presenta in modo più pronunciato il sapore e l’aroma tipico che lo vedono ampiamente utilizzato come spezia, specie in forma essiccata e polverizzata, o fresco in fette sottili.
LE PROPRIETA’
Lo zenzero contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale. Questa spezia gode di tantissime proprietà curative. Vediamo ora in dettaglio le sue caratteristiche.

Di recente un gruppo di ricercatori ha messo in evidenza proprietà antitumorali di questa spezia nei casi di carcinomi del colon-retto:

“assumere zenzero ogni giorno infatti, avrebbe una funzione protettiva contro i tumori del colon retto.”

Lo zenzero è usato tradizionalmente come digestivo e amaro-tonico. Studi scientifici hanno dimostrato una reale efficacia dello zenzero contro la nausea, in particolare è molto apprezzato in caso di nausea da gravidanza, mal d’auto e mal di mare. In particolare un infuso prearato con 5 grammi di radice di zenzero in 1/2 litro d’acqua o la radice da masticare risulta assai efficace contro la nausea.

Lo zenzero fa bene a tutto l’apparato digerente ed è molto utile anche contro la gastrite e ulcere intestinali. I principi attivi dello zenzero infatti sono molto efficaci contro l’Helicobacter pylori, il batterio responsabile proprio delle ulcere allo stomaco. Inoltre lo zenzero stimola la digestione, combatte la diarrea e aiuta l’eliminazione dei gas intestinali.Stimolante del sistema immunitario lo zenzero è utilizzato per combattere raffreddore e febbre. È anche un valido aiuto contro tosse e catarro, er d anche uno dei più potenti antinfiammatori presenti in natura.

#ginapezzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *