CONDIVIDI

Il metodo billings il metodo billings è il metodo detto “dell’ovulazione” e fu messo a punto dei coniugi Billings, che negli anni 50 si resero conto che la maggior parte delle donne, mediante una semplice osservazione esterna, era in grado di accorgersi della presenza e delle tipiche trasformazioni del muco cervicale nel corso del ciclo. 

E se potevano servirsene per la regolazione della fertilità.

I billings rilevarono che il muco poteva essere riconosciuto sia mediante la rilevazione visiva, Sì attraverso le sensazioni prodotte dal muco stesso a livello vulvare. È opportuno prescisare, anche se l’ovulazione avviene, se il muco non è fertile, gli spermatozoi non riescono a sopravvivere all’acidità della vagina o a essere diretti verso l’utero fin nelle tube. Il metodo Billings aiuta a capire quando il muco è fertile.

Ogni donna ha personali variazioni del muco: dopo le mestruazioni è possibile che non ce ne sia traccia o che sia denso, appiccicoso e di colore bianco o crema, asciutto al tatto e resti così (situazione infertile) per 4 giorni. Con l’aumento dei livelli di estrogeni, nei due giorni successivi può esserci un lieve aumento della quantità di muco, denso e appiccicoso, e la vulva è umida. Poi, per circa 4 giorni il muco diventa abbondante, fluido, trasparente, filante e umido. Può essere anche opaco, latteo o bianco e, occasionalmente, tinto di sangue. Il tutto è dovuto all’effetto degli estrogeni sull’endometrio. Nel momento di massima efficacia è umido, scivoloso e spesso descritto “a chiara d’uovo”.

In pratica, mettendo un po’ di muco vaginale tra pollice e indice e poi “staccandole” tra le dita si formano alcuni filamenti elastici e, andando in bagno, si può osservare che anche sulla carta igienica resta un po’ di muco scivoloso. Il muco fertile è “umido”. L’ultimo giorno di muco fertile, detto “picco” per la maggior parte delle donne è quello successivo all’ovulazione. Durante questi giorni, dunque, è opportuno avere rapporti perché la probabilità di gravidanza aumenta. Dopo l’ovulazione, il passaggio al muco di nuovo non fertile può essere improvviso o graduale: sotto l’influsso del progesterone, torna e essere denso, opaco e semiasciutto. Per due o tre giorni resta parzialmente fertile, Quindi ci sono circa sette giorni di assenza di muco, poi può ricomparire denso o ridursi a una traccia umida prima dell’inizio delle mestruazioni.

La donna che usa il metodo billings, concentrandosi esclusivamente sulla rilevazione di un unico sintomo, è portata a sviluppare maggiormente la capacità di percezione delle proprie sensazioni. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO