È successo a Milano, ma anche ad Imola.
Un uomo spinge a mano la moto in una zona a traffico limitato, ripreso dalle telecamera, viene multato.

Si tratta di una precisa violazione del Codice della strada debitamente sanzionata, poiché in questo caso anche la moto condotta a mano può arrecare disagio e dare fastidio. 

Moto condotta a mano in ztl, cosa prevede il codice della strada. 

Il codice della strada, all’articolo 182, comma 4, equipara ai pedoni soltanto i ciclisti che conducono a mano la loro bici. Per i velocipedi (bici e mezzi a pedali) è stabilito che devono essere condotti a mano quando «per le condizioni della circolazione siano di intralcio o di pericolo ai pedoni» e, in questo caso, «sono assimilati ai pedoni».

Dunque la bicicletta non viene considerata come veicolo quando il suo conducente la spinge e, per questo motivo, non è soggetta ai divieti che si applicano normalmente ai veicoli, come quello relativo alle Ztl, sanzionato con multa da 81 euro dall’art. 7, o quello di circolare sui marciapiedi.
Una norma che si uniforma, peraltro, alle convenzioni internazionali e che quindi per i veicoli non autorizzati “beccati” dalle telecamere comporta l’applicazione della sanzione ad hoc. 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *