CONDIVIDI

La muffa in casa è un vero problema, spesso si attacca agli abiti e alle scarpe, oltre che alle pareti, e può diventare un pericolo.

La prima cosa da fare è capire come mai si forma la muffa.

La muffa è un fungo, e in quanto tale, si forma in ambienti umidi e poco soleggiati. Il suo habitat “preferito” sono le cantine, ma può formarsi in case non esposte al sole, e quindi umide.

Ci sono però, alcuni accorgimenti che possono evitare la formazione di questo fastidiosissimo e pericoloso fungo.

La prima cosa da fare è areare l’ambiente. Aprire finestre e balconi la mattina aiuta, infatti, ad evitare la formazione di umidità e, quindi, della muffa.

Un altro accorgimento può essere quello di evitare di mettere ad asciugare la biancheria in casa, prediligendo sempre l’esterno per evitare la formazione di umidità.

Anche staccare i mobili dalle pareti (soprattutto quelle esterne) di almeno 5 cm può essere d’aiuto.

Infine, soprattutto in inverno, è consigliato di far passare aria quando si cucina, per evitare la formazione della condensa (data dal calore dell’ambiente interno e dal freddo di quello esterno), altra alleata della muffa.

Una soluzione efficace, se non si è riusciti ad evitare la formazione del fungo, è riverniciare le pareti con della vernice anti-muffa, e, se necessario (nei casi in cui tutti i rimedi sopraelencati non siano serviti) dotare la casa di cappotto termico. Questo servirà ad eliminare definitivamente il problema e ad evitare, quindi, che si riproponga. Attenzione , però, nel caso optaste per quest’ultima opzione, ad assicurarvi che per creare il cappotto termico vengano utilizzati materiali traspiranti, altrimenti l’effetto sarebbe contrario.

Spero di esservi stata utile e… in bocca al lupo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here