Nola. Sfida a 3,per la fascia tricolore della città dei Gigli: Carlo Buonauro. Maurizio Barbato, Raffaele Parisi a contendersi la poltrona da sindaco. I giochi sono stati svelati e i nomi e i volti dei candidati a sindaco con le coalizioni a sostegno e le liste dei candidati al consiglio, sono ormai noti. Tutti volti nuovi, o quasi, quelli dei candidati sindaco, tranne Parisi già  consigliere comunale. Altra storia per i nomi concorrenti al consiglio comunale, minestre riscaldate, fritti e rifritti,  politicanti che negli ultimi 20 anni hanno portato alla rovina una meravigliosa città, calpestandone la dignità e mortificando ogni sua potenzialità. Una condizione di abbandono e degrado sotto molti aspetti e che si spera, benchè non sarà una passeggiata, che la nuova amministrazione, (sperando che nuova lo sia per davvero) possa provvedere a migliorare. I candidati alla fascia tricolore sono: Maurizio Barbato, classe 72, il candidato di centrodestra, sostenuto da molti “vecchi” consiglieri, alcuni membri dell’ex maggioranza che ha poi messo fine, con dimissioni di massa, al mandato di Minieri. Il magistrato Carlo Buonauro, 49enne, candidato sostenuto dai “progressisti  – riformisti”, volto che ha convinto la coalizione che avrebbe dovuto scegliere tra una rosa di nomi cui era compreso quello del sindaco uscente Gaetano Minieri. Era l’unico nome certo già da tempo, quello di Raffaele Parisi, 68 anni, a capo di una sola  lista:“Lavoro e Famiglia”, che chissà se andrà a sostenere uno dei due candidati in un eventuale ballottaggio o se si accontenterà di un posto tra le fila dell’opposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.