Secondo appuntamento con la rubrica “Spazio a chi merita nella festa con il nostro amico paroliere “Pasquale Napolitano”.

Pasquale,Nolano Doc, giovane appassionato della festa dei gigli e paroliere. Un eccellente compositore che ha inciso molti versi per la kermesse giglistica Nolana e non solo.

Lui stesso, in esclusiva per il portale 80035, ci descrive il suo iter all’interno della tradizione nolana:”Correva l’anno 2003 e in pieno inverno mi venne spunto di scrivere una canzone romantica. La stessa fu cantata da Salvatore Minieri in un cd di un giglio che ballava fuori le mura nolane.Da quel giorno ho iniziato a scrivere in quasi tutti i paesi dei gigli, cercando di trasmettere nei versi la mia passione verso la festa, tra cui spicca”Pche datata anno 2005.Successivamente e a seconda delle opportunità che mi venivano offerte, scrissi 3 cd neomelodici dal 2006 al 2008 cantati sempre dal duo Salvatore minieri e Maria Scala.

Con l’ausilio del cantante Felice Di Somma, nel 2007 per il Sarto, composi su richiesta della famiglia Mazzeo un piccolo mezzo passo dal titolo”O Primm Ammore e nel 2008 scrissi marcia e girata propio a lui che era maestro di festa. L’anno successivo con la musica di Feliciano Natalizio composi la canzone CARMÈ, commissionatami dai maestri di festa famiglia Manganiello per la paranza Fantastica.

Nel 2009 per la corporazione del Giglio del Panettiere della Famiglia Donnarumma scrissi “ARIA E GIUGNO“, mentre il resto del cd fu inciso da Maria Scala con una canzone mia dal titolo “Sognare insieme a te”.

Dopo un periodo di assenza nella kermesse giglistica Nolana il paroliere ritornò a comporre versi per la sua amata città per la corporazione del Giglio del bettoliere 2013 dal titolo “Vivo e te ” e ” Preghiera po sant” e quella dell’anno successivo per la famiglia Grilletto dal TITOLO VIAGGIO INFINITO”.

“Nn servono cattiverie , ne’ tantomeno gelosie, la festa è bella ma gli obiettivi nella vita sono altri. Vivetela come una passione, la stessa che ci spinge da millenni ad avere questa meravigliosa tradizione”.Un messaggio che Pasquale rivolge a tutti i giovani amanti della festa e che tentano di avvicinarsi a questo mondo con spirito di sacrificio e sopratutto con i piedi per terra, rimarcando che questa passione è nata solo ed esclusivamente per l’amore verso il nostro San Paolino.

Vi lasciamo così con i suoi versi e vi aspettiamo per il terzo appuntamento della nostra rubrica “Spazio a chi merita”.

“Tu si o primm pensiero e dimane
faje ascj pazz a ki nù ten ammòre
nù si na fantasia ,dimme a che servono tanta ricchezze dind a stà vita quando a GIUGNO staje tu” Versi di P.Napolitano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *