CONDIVIDI

ECCO IL PROGRAMMA ELETTORALE:

I – Ambiente, energia, rifiuti, tutela della salute e degli animali
Difendere la salute e la qualità di vita, salvaguardare l’ambiente quale bene di tutti per migliorare la qualità di vita.
L’emergenza ambientale rappresenta una grave piaga per il nostro territorio, siamo di fronte ad una questione rimasta per troppo tempo irrisolta e la cui definizione è piuttosto urgente per la tutela della nostra salute.Viviamo in una situazione di grosso disagio ed enorme imbarazzo, non a caso la zona in cui viviamo è stata ribattezzata il “Triangolo della morte”, la “Terra dei fuochi”. L’aria che respiriamo continua ad essere da allarme: corsi d’acqua invasi da rifiuti,sversamento diretto di liquidi non trattati nei regi lagni, livello di polveri sottili di tre volte
superiore al limite massimo previsto per legge, discariche abusive altamente inquinanti,aree contaminate da scarti di lavorazioni tessili e da rifiuti speciali pericolosi.Occorre non soltanto un risveglio delle coscienze ma soprattutto un intervento concreto!
La grande sfida culturale è quella di trovare un equilibrio tra il nostro stile di vita e l’impatto che questo ha sull’ambiente.
Il livello di civiltà di una comunità è espresso dall’ambiente in cui vive, pertanto, Nola deve tornare ad essere un paese sicuro e pulito.
Oltre a dover perseguire questo compito come Amministrazione, ognuno di noi deve contribuire a preservare l’ambiente in cui vive a tutela propria e delle generazioni future.
1) Valorizzazione dei parchi pubblici, degli spazi verdi e delle piazze: per rendere le nostre aree verdi, le nostre piazze ed i parchi pubblici ancora più gradevoli, sicuri ed utilizzabili.
In primo luogo, occorre ripristinare le condizioni di sicurezza dei parchi che si trovano in condizioni di abbandono totale. In secondo luogo, bisogna altresì incentivare la creazione di nuovi spazi verdi e di nuove aree giochi, riconvertendo e rivitalizzando piazze dismesse, ormai divenute dimora di rifiuti e non solo. Tutte le aree verdi, le piazze e le aree giochi saranno inclusive.
2) Censimento e verifica di tutte le coperture in Eternit/Amianto: il killer silenzioso,dotato di resistenza, flessibilità e versatilità. Sono queste proprietà ad aver reso l’amianto uno tra i materiali fibrosi più usati nella produzione industriale e civile, nella costruzione
degli edifici, nelle coibentazioni di treni, autobus e navi, nelle vernici, negli elettrodomestici, nei rivestimenti delle condutture, nei cassoni dell’acqua. L’utilizzo massiccio, avvenuto in Italia soprattutto tra gli anni ’50 e la fine degli anni ’70, ha trasformato l’esposizione all’amianto in un dramma dalle forti ripercussioni sociali.Malgrado sia stato messo al bando nel 1992 (con la legge 257), studi scientifici ed
epidemiologici sostengono che nei prossimi 15 anni assisteremo a un forte incremento delle malattie correlate alla fibra killer, quali l’asbestosi, il tumore della pleura (mesotelioma pleurico) e il carcinoma polmonare. Per queste ragioni occorre un censimento ed una verifica delle coperture in tempi celeri ed una prodromico smaltimento per garantire la sicurezza ambientale a partire dagli ambienti pubblici.
3) Pulizia, bonifica e riqualificazione dei regi lagni e dei corsi d’acqua: la mancanza di attenzione ai regi lagni, agli alvei, ai lagnuoli, alle griglie ed alle caditoie del sistema fognario ha determinato, specie in particolari situazioni di forti precipitazioni, rischi per l’abitato e per la popolazione, ormai alla mercè di fango ed acqua abbondante. L’importanza di una manutenzione ordinaria e straordinaria è cruciale per la tutela della pubblica incolumità e per il territorio. Tali interventi rientrano nella priorità della nostra azione, in concerto con i più elevati livelli istituzionali.
Paese pulito, conti puliti.”
4) Acquisto di centraline per il monitoraggio continuo dell’aria delle PM 2,5 e PM 10: i cittadini devono conoscere cosa respirano e qual è il livello della qualità dell’aria della propria città.
5) Esami spirometrici gratuiti: la cui promozione è volta alla prevenzione delle patologie respiratorie.
6) Istituzione “Registro Comunale dei Tumori”: utile a consentire la raccolta dei dati
e la analisi delle patologie, al fine di adottare i provvedimenti necessari a prevenire le malattie e/o a ridurre l’impatto sulla popolazione.
7) Orti Urbani: individuazione, assegnazione e gestione di lotti. Il Comune, previa adozione e pubblicazione di apposito regolamento per la concessione e l’uso degli orti,nel quale saranno espressi i requisiti per poter partecipare all’eventuale assegnazione, raccoglierà le domande di adesione e stilerà la graduatoria degli aventi diritto in base ai
requisiti indicati nel regolamento.
8) Eco-Bank: si tratta di un sistema evoluto per la raccolta differenziata dei contenitori per bevande che permette di differenziarli per tipologia (plastica PET, alluminio e acciaio) e di raccoglierli in modo separato e senza impurità. Il progetto Eco-bank consiste in un sistema di raccolta di qualità, che integra e non si somma a quello esistente sia dal punto di vista gestionale che economico. Non costa di più e si investono meglio i soldi della tariffa rifiuti offrendo servizi migliori all’utente.
L’obiettivo è quello di risolvere le criticità dei notevoli costi di gestione del ciclo completo del rifiuto degli imballaggi in plastica: dalla raccolta alla selezione, fino allo smaltimento dei rifiuti. Il sistema di fatto assicura la corretta selezione ed il corretto recupero dei
materiali puri, consentendo il rilascio di “coupon” spendibili, al fine di incentivare il cittadino e premiare chi adotta questa nuova modalità di raccolta differenziata di qualità.
9) Sosta gratuita sulle strisce blu: per auto elettriche ed ibride elettriche.
10) Sviluppo di una politica energetica indirizzata alla riduzione dei consumi e allo sviluppo delle fonti rinnovabili: (esempio: Decreto Crescita – Norma Fraccaro – per le Opere di efficientamento energetico e di sviluppo sostenibile; PAES, Piano d’azione per l’energia sostenibile su tutte le strutture pubbliche).
11) Dotazione di droni e di telecamere: necessari a rendere maggiormente efficiente il corpo dei vigili urbani nel controllo del territorio (più controllo e sanzioni per chi non effettua la raccolta differenziata, per chi sversa illecitamente rifiuti e abusi edilizi, per gliautori dei roghi).
12) Promozione Mobilità Ecosostenibile “Autobus Umano”: formato da una fila di bambini in cammino, accompagnati da adulti che, partendo da un capolinea, seguono un determinato percorso, con fermate ed orari prestabiliti. L’autobus umano sarà condotto da
un “autista” adulto e da un “controllore” anch’esso adulto, che chiuderà la fila. Questa esperienza, già collaudata in molti paesi europei, si sta diffondendo da alcuni anni anche in Italia e rappresenta il modo più divertente e salutare per andare a scuola.
13) Estensione della raccolta differenziata su tutto il territorio comunale.
14) Contrasto alla Ludopatia: attuazione di una serie di interventi per la limitazione e il controllo delle attività che ospitano sale giochi e/o macchinette video poker e/o attività di
gioco d’azzardo, mediante l’istituzione di un osservatorio sul gioco d’azzardo patologico, di concerto con l’U.O.C. dell’ASL; istituendo un sistema di controllo periodico da parte
degli organi di polizia di tutte le attività commerciali che praticano gioco d’azzardo per il contrasto al gioco da parte dei minori.
15) Il Movimento 5 Stelle è amico degli animali ed a tal fine intende promuovere una serie di iniziative, tra le quali:
Organizzazione della sistemazione dei cani e dei gatti vaganti sul territorio in strutture municipali: ogni Comune deve osservare tale obbligo, senza relegare i problemi fuori dai centri abitati, anche in accordo con Comuni limitrofi, che garantiscano il
benessere e le cure degli animali raccolti, a seconda delle loro necessità fisiologiche ed etologiche.La Regione, a tal fine deve contribuire al finanziamento per la costruzione di canili sanitari, canili rifugio e gattili, che offrano agli animali un luogo protetto e ospitale e alla popolazione uno spazio di socializzazione sereno e gioioso al principale scopo di portare gli animali ad adozione.
Le sopra descritte strutture dovranno quindi essere organizzate in modo da garantire assistenza sanitaria agli animali presenti e un servizio di pronto soccorso.
• Massima attenzione alle campagne di sterilizzazione per il controllo della popolazione canina e felina e di prevenzione del randagismo: in tal senso, dovrà procedersi anche all’organizzazione di una assistenza veterinaria gratuita per gli animali adottati da cittadini con disagio economico.
• Istituzione di un’anagrafe canina.
• Destinazione di aree agli animali domestici: con la nuova legge regionale sul randagismo è stato previsto il divieto di detenzione a catena dei cani ed, allora, quale migliore occasione per individuare delle aree di destinazione agli animali domestici?

II – Infrastrutture, urbanistica, viabilità e sicurezza
L’Urbanistica incide su ogni aspetto della qualità della nostra vita: è attraverso il disegno e la pianificazione del nostro territorio che la città assume la propria impronta.
Alla luce della particolare situazione economica in cui versano le casse comunali, è necessario individuare le priorità ed intervenire di conseguenza.Ciò nondimeno, Nola ha bisogno di essere resa maggiormente accogliente e quindi
sempre più a misura di cittadino, la realizzazione di questo obiettivo deve passare necessariamente da una mobilità facilitata alla creazione di spazi di aggregazione e di
aree verdi attrezzate, allo stato del tutto inesistenti.
1) Manutenzione delle strade di proprietà dell’ente e miglioramento dellasicurezza stradale: L’art 208 del Codice della Strada stabilisce che una quota pari al50% dei proventi derivanti da sanzioni amministrative pecuniarie per violazione del codice della strada siano destinate al miglioramento della sicurezza stradale, all’ ammodernamento ed al potenziamento della segnaletica stradale, nonché alla manutenzione delle strade comunali.

2) Utilizzo della Piattaforma “WEDU”: il decoro urbanistico della nostra città è aiminimi storici, per questa ragione è necessario aderire al progetto “Decoro Urbano”,
attraverso il quale sarà possibile creare un filo diretto tra i cittadini e le amministrazioni pubbliche. In particolare, il cittadino godrà di un’applicazione mobile gratuita per la segnalazione dei disagi via smartphone e PC, ossia di un servizio innovativo per inviare
segnalazione in merito a rifiuti, dissesto stradale, vandalismo/incuria, affissioni abusive,randagismo, barriere architettoniche.
3) Armonizzazione dei servizi: ossia di scuole, ospedali, centri culturali, istituti superiori, parchi, uffici, trasporti, residenze popolari e biblioteche, per far in modo che la
comunità torni a sentirsi unita e coesa.

4) Installazione, a costo zero, dei “Lampioni Solari Stradali” per l’
illuminazione pubblica: i lampioni solari stradali rappresentano un vantaggio per l’illuminazione pubblica, in termini di minori costi, ossia minor consumo elettrico e minor impatto sull’ambiente.
L’installazione non comporta spese a carico della Amministrazione pubblica. I lampioni solari, dotati di pannello fotovoltaico, accumulano l’energia del sole di giorno e la sprigionano di notte, accendendosi automaticamente al calar del sole.
5) Promozione del servizio di bike sharing nelle aree urbane: come disincentivo alla mobilità privata motorizzata.
6) Gestione cimiteriale: senza voler tediare il lettore con una inutile e fantasiosa propaganda, il MoVimento 5 Stelle si è preoccupato di effettuare una ricognizione delle varie strutture cimiteriali comunali per poterne comprendere le reali condizioni.Che tali strutture necessitino di interventi (fattibili) è fatto notorio, ovviamente è altrettanto
chiaro che questi non potranno che essere di impatto economico contenuto.
7) Parchi gioco inclusivi per bambini: creazione di nuovi parchi gioco dove possono
giocare tutti i bambini senza distinzione.
8) Espansione del verde pubblico urbano: Il nostro impegno è quello di aumentare significativamente le aree verdi urbane, adottando come scelta primaria la destinazione al “verde pubblico” delle aree che verranno in futuro liberate dalle opere di trasformazione urbana di cui la nostra Città è oggetto perché promuovere più spazi verdi urbani è una
formidabile associazione tra benessere e socialità. Per ogni nascita verrà piantato un albero e verrà istituita la giornata dell’albero. Il PUC inoltre conterrà tra le priorità la difesa
degli alberi.
9) Garantire ai cittadini un sistema di illuminazione pubblica efficiente nel centro e nelle periferie.
10) Potenziamento della rete di telecamere sia nel centro che nelle periferie e nelle aree sensibili per la sicurezza individuale, per il traffico e la viabilità per scoraggiare il
fenomeno dell’abbandono dei rifiuti per la sicurezza nei Cimiteri.
11) Gestione mercato infrasettimanale: informatizzare la gestione del suolo, migliorare l’igiene durante e dopo il mercato, prevedere la presenza di wc e dotare l’area di
videocamere.
12) Rifacimento del Piano Urbano del Traffico.
13) Regolamentazione attività commerciali nelle zone densamente abitate: il regolamento mediante l’inserimento di standard qualitativi e di divieti disciplinerà le attività presenti nelle zone con densità abitativa alta salvaguardando sia la crescita delle attività
che le esigenze della popolazione residente.
14) Caserma dei Carabinieri: il Movimento solleciterà nelle sedi opportune il ripristino in tempi brevi della Caserma dei Carabinieri nella città.
15) Lavori pubblici e redazione del PUC: verrà incentivato l’utilizzo di concorsi pubblici di progettazione limitando al massimo l’utilizzo dello strumento degli incarichi fiduciari e di
consulenze. Il PUC sarà un strumento partecipato e recepirà i suggerimenti e le idee da un concorso pubblico per urbanisti e dal PUC dei bambini che verrà redatto dagli alunni delle scuole (Nola sarà una città a misura di bambino).

III – Cultura e istruzione
Nola è un patrimonio inestimabile di Storia, di arte e di cultura. Bisogna riscoprire e
rivitalizzare i beni che ne costituiscono il patrimonio. La conoscenza di questo patrimonio può e deve rappresentare sia un valore fondamentale per la crescita umana di ogni cittadino sia un volano di sviluppo dell’economia locale. “La cultura è un bene primario come l’acqua; i teatri, le biblioteche i cinema sono come tanti acquedotti”.
Essa permette di sviluppare senso critico ed estetico sulla realtà che ci circonda.
1) Creazione di biblioteche comunali con sala polifunzionale informatizzata e Agorà: l’attuale offerta sembra essere sempre meno rispondente alla richiesta di studenti e
di studiosi. L’istituzione di plurime biblioteche comunali, dislocate magari su tre distinte aree territoriali, rappresenta un’importante azione per la nostra amministrazione. Occorre rivalutare tali spazi, trasformandoli anche in luogo di scambio di libri usati e testi scolastici.
Inoltre, potrebbe a tal fine essere promossa l’organizzazione in Agorà di cineforum.
2) Organizzazione di un festival della cultura, arti e gastronomia finalizzato alla riscoperta ed alla enfatizzazione della nostra storia e dei suoi personaggi: siamo fermamente convinti che l’organizzazione di un evento di così grande portata si renda altamente necessario. In tale ottica va letta l’iniziativa”, promossa dal Ministero per i Beni
e le attività Culturali, della cosiddetta “Settimana della Cultura” grazie alla quale viene promossa l’apertura straordinaria e gratuita di tutti i monumenti, i musei, le aree
archeologiche, gli archivi e le biblioteche statali.
3) Valorizzazione del certamen bruniano e creazione di una “Area Bruniana” di concerto con il Museo Archeologico di Nola.
4) Sviluppo e potenziamento del progetto PAVN – Passeggiate archeologiche Vesuviano Nolane: si tratta di un progetto nato nel 2017, finalizzato alla tutela ed alla
valorizzazione dei siti storici ed archeologici presenti sul territorio nolano, alla ricerca ed alla conoscenza dei nostri usi e costumi.

7) Assegnazione premi a studenti meritevoli: i Comuni, secondo il principio disussidiarietà, promuovono gli interventi volti a rimuovere gli ostacoli che si frappongonob al pieno godimento del diritto allo studio e all’apprendimento fin dalla scuola dell’infanzia e,
per il raggiungimento di questi obiettivi, attuano molteplici interventi, tra cui l’erogazione di borse di studio e/o premi agli studenti più meritevoli. Il Comune non ha previsto, da moltianni ormai, degli stanziamenti a riguardo a causa dei tagli drastici operati. Il MoVimento 5 Stelle di Nola, credendo fortemente nella cultura della meritocrazia, intende ripristinare tale meccanismo di incentivazione. La copertura finanziaria per questo progetto potrà avvenire con la migliore gestione delle finanze erogate dallo Stato per la Pubblica Istruzione e con la cooperazione di sponsor che riconoscano e incentivino l’impegno scolastico dei nostri giovani. 
8) servizi extrascolastici: intrattenimento in orario precedente e successivo alla conclusione delle attività.

IV – Politiche sociali e giovanili
Il senso di civiltà di una comunità si misura dalla capacità della stessa nell’evitare chevi siano disparità. 
1) Abbattimento delle barriere architettoniche: Il MoVimento 5 Stelle di Nola intenderealizzare percorsi agevolati privi di barriere architettoniche, atti ad aumentare
sostanzialmente la percentuale di viabilità accessibile alle persone non vedenti e ipovedenti, nonché ai soggetti a mobilità ridotta e che fanno uso di carrozzina. Piano per la eliminazione delle barriere architettoniche – al fine di consentire la rimozione da tutti i luoghi pubblici di qualsiasi forma di ostacolo ed impedimento fisico e la possibilità di accesso ai diversamente abili.

2) Dissuasore acustico “Tommy”: la cui finalità è quella di dissuadere gli automobilisti ad occupare i posti auto assegnati ai portatori di handicap. Si tratta di una piastra quadrata, ingegnerizzata da ACI Consult, che viene installata a terra nello spazio di sosta
riservato e che tramite un sensore, verifica l’occupazione dell’area da parte di un autoveicolo, attivando un segnale sonoro in presenza di veicoli non autorizzati. L’allarme si interrompe quando il parcheggio viene liberato dal trasgressore.
3) Baratto amministrativo: questa iniziativa consente di dare la possibilità ai cittadini, in condizioni di disagio, di mettersi in regola con le tasse locali collaborando con il Comune. La situazione finanziaria in cui versa il Comune di Nola rappresenta, senza dubbio, una delle
pagine più vergognose della nostra storia. Le precedenti amministrazioni hanno lasciato una voragine mostruosa nelle casse comunali, la
cui reale entità è di non facile quantificazione.
A fronte di una evidente esposizione debitoria la nostra città non ha goduto di alcun miglioramento dei servizi. Anzi! Questa situazione è culminata con l’approvazione del rendiconto di gestione 2017 da parte del Commissario Straordinario, chiusasi con la richiesta di adesione alla procedura di pre-dissesto,che ha evidenziato tutte le numerose criticità all’ interno del bilancio comunale.
Il cosiddetto pre-dissesto è una procedura che i comuni in crisi strutturale possono mettere in atto per evitare il dissesto vero e proprio, e consiste in un piano di riequilibrio pluriennale che può essere assistito dallo Stato, il quale può anticipare risorse attingendo ad uno specifico fondo, In buona sostanza, ciò che i nostri bravissimi amministratori ci lasciano in eredità è la prospettiva di un piano “lacrime e sangue” (Monti Bis), con una probabile impennata della pressione fiscale
ed un ulteriore taglio ai già scarsi servizi offerti ai cittadini.
Uno dei primi atti del MoVimento 5 Stelle Nola sarà l’avvio di una ricognizione generale delle posizioni debitorie e creditorie del Comune, per fare luce sui conti dell’amministrazione comunale
e delle numerose e forse eccessive società partecipate, per individuare e perseguire i responsabili di questo collasso finanziario, così da mettere un punto a capo sulle finanze civiche e conoscere esattamente da dove può ripartire la nuova giunta del Sindaco Tudisco.
Le linee guida del nostro Movimento, in ordine alle politiche di Bilancio, saranno le seguenti:
1) Taglio dei costi della politica: La politica, per noi del MoVimento 5 Stelle, è un servizio fornito alla collettività. La riduzione dei costi e dei privilegi deve tradursi in un surplus di risorse da mettere a disposizione della collettività. Fare politica non significa gareggiare per accaparrarsi i soldi dei cittadini. Il Movimento 5 Stelle taglia i costi anche
non governando, imponendo modelli di politica sobria a tutti i suoi eletti. Come già evidenziato in premessa, i rappresentanti del MoVimento 5 Stelle di Nola destineranno le proprie risorse in un fondo destinato al sostegno di progetti di pubblica utilità e dei professionisti che si attiveranno per il reperimento di fondi
regionali, nazionali ed europei.

V. BILANCIO COMUNALE

2) Revisione strutturale del bilancio Tasse: adempimenti fiscali e bilancio
rappresentano gli strumenti e non lo scopo dell’azione amministrativa. Prima di tutto ci sono le persone ed i loro bisogni!! Da un punto di vista strutturale intendiamo ottimizzare i costi con una rigorosa politica di riduzione degli sprechi che non possono continuare a
gravare, in maniera poco chiara, sui contribuenti. Parallelamente opereremo una semplificazione delle procedure di pagamento. Intendiamo, inoltre, operare dei rigorosi
controlli su tutte le società partecipate, controllate e/o collegate, per avere contezza e chiarezza delle modalità di gestione.
3) Gestione patrimonio immobiliare: l’efficienza e la redditività del patrimoniopossono costituire una delle principali fonti di finanziamento delle attività istituzionali
devolute alla competenza degli Enti locali. La valorizzazione del patrimonio immobiliare
passa attraverso la razionalizzazione dell’utilizzo degli spazi, la più efficiente gestionedegli immobili ed infine l’individuazione delle più opportune destinazioni funzionali. Il primo
elemento è perciò la conoscenza precisa e puntuale di tutti i beni che costituiscono il patrimonio dell’Ente. Inoltre, è necessario procedere al recupero del parco archeologico, più volte inaugurato dalla precedente amministrazione ed oggi abbandonato a sè stesso,
come nella migliore tradizione. Intendiamo rivitalizzare questa importante opera, prevedendo la possibilità insediarvi le sedi per associazioni, per sportello giovani, per
attività di coworking.
4) Rilancio settore Commercio progetto TOWN CENTRE MANAGEMENT: nel corso degli ultimi anni, il progressivo sviluppo delle grandi superfici di vendita e dei centri
commerciali extraurbani ha accentuato il declino del commercio nel centro storico, e poca attenzione è stata finora dedicata al tema della mancanza di una “ regia” per la
valorizzazione di questa area e della sua imprenditorialità. Nola ha storicamente rappresentato, all’interno del suo hinterland, un centro commerciale naturale, un salotto elegante dove era possibile passeggiare e fare shopping. Il Movimento
5 Stelle Nola intende recuperare questa forte vocazione commerciale, realizzando un progetto integrato di TCM, con la finalità di:

1. favorire tutte le attività di marketing e le iniziative promozionali che, migliorandone
l’immagine complessiva, possono rafforzare l’attrattività del centro storico come luogo
piacevole da visitare e da frequentare;
2. valorizzare l’area del centro storico come asset per i residenti, per gli operatori privati e
per i turisti;
3. migliorare l’offerta complessiva dei servizi del centro storico;
4. valorizzare gli sforzi dell’amministrazione pubblica, degli operatori privati e della comunità locale attraverso un utilizzo più efficiente delle risorse e un approccio cooperativo alla soluzione dei problemi dell’area.
5) Innovazione, tecnologica e burocrazia zero
Una svolta reale è legata imprescindibilmente all’uso consapevole delle nuove tecnologie e alla possibilità di piena fruizione dei miglioramenti che esse apportano alla vita quotidiana.
Nola deve usufruire a pieno di tutte le tecnologie moderne in campo informatico che possono dare, a tutta la nostra comunità, opportunità e crescita generale in tutti i campi del
vivere civile. Nell’azione amministrativa non è più possibile rinunciare all’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
Il nostro programma elettorale prevede quindi un piano di innovazione
dell’amministrazione sia all’interno della sede della casa comunale che per le vie della città.
L’amministrazione punta a entrare nel ristretto novero delle “Smart City” che hanno accesso ai finanziamenti europei per l’efficientamento degli edifici pubblici e dell’illuminazione cittadina, con conseguente riduzione dei costi posti a carico dei cittadini.

VI – Amministrazione, trasparenza, partecipazione, legalità ed
efficienza
E’ necessario semplificare l’accesso ai servizi e, tramite la digitalizzazione e la semplificazione degli iter burocratici, liberare tempo e risorse da destinare alla relazione con l’utenza.
1) Pubblica amministrazione online: dipendenti che rispondono via skype,modulistica online, compilazione richieste online, creazione di punti pubblici di telelavoro.
E’ nostra intenzione, inoltre, creare alcuni sportelli telematici per agevolare il dialogo tra amministrazione e cittadino, quali: anagrafe on-line; pagamenti on-line; assistenza on-line.
2) Diretta video on-line di tutte le sedute del consiglio comunale e delle riunioni di giunta.
3) Rinuncia al “gettone di presenza” per le sedute del consiglio comunale.
4) Gare d’appalto pubbliche in diretta streaming sul sito del Comune.
5) Progetto “Mettiamoci la faccia”: in risposta all’esigenza di sviluppare
meccanismi meritocratici della P.A. e reagire alla “scarsa qualità” dei servizi offerti, lestrutture pubbliche devono necessariamente sviluppare – al pari di quanto accade nelle imprese private – meccanismi meritocratici e legati ai risultati raggiunti ed alla valutazione della performance lavorativa.
7) Assessorati esterni: diversamente dai partiti tradizionali (e/o liste civiche mascherate), intendiamo porre le competenze al centro delle scelte politiche, ragion per cui indicheremo gli assessori prima delle votazioni del 26 Maggio 2019.
A nostro avviso, subordinare la spartizione delle poltrone degli assessori al “peso” di una forza politica (alias numero di voti raccolti) rappresenta una pratica obsoleta ed oltremodo dannosa. Per il buon governo del territorio è necessario scegliere tra quelle personalità che si sono contraddistinte negli anni, sul territorio, per la propria competenza e per l’impegno profuso nella realizzazione di svariati progetti ed iniziative.
Insomma, è il merito a dover essere posto al centro dell’attenzione e delle scelte prodromiche.
8) Consulta dei giovani: uno strumento importante per fare in modo che le buone idee dei più giovani possano tradursi, con il supporto delle istituzioni, in beneficio per tutti i
cittadini. Crediamo che coinvolgere le nuove generazioni nei processi decisionali consenta agli stessi di conservare il legame affettivo con la propria città, pertanto bisogna promuovere questa e tutte le altre attività rivolte all’ascolto delle esigenze dei giovani della
nostra città.
9) Attivazione di uno spazio di ascolto:
• Ascolto delle esigenze del cittadino;
• Punto di ascolto per le associazioni presenti in città;
• Creazione di un report condiviso di tutti i bisogni della popolazione;
• Analisi dei dati e individuazione delle soluzioni.
10) Creazione di Comitati di Quartiere/periferia con la partecipazione del Sindaco e
del Consiglio Comunale; Attivazione dei CONSIGLI COMUNALI nelle periferie;
11) L’Amministrazione incontra i cittadini e le associazioni: La promozione delle
azioni non verrà fatta solo in campagna elettorale ma anche dopo attraverso incontri
pubblici sia con i cittadini che con le associazioni per condividere lo stato di avanzamento
del programma elettorale e per verificare che quanto previsto sia stato realizzato.
12) Creazione di uno Assessorato dedicato ai Fondi Regionali, nazionali ed Europei
L’assessorato avrà l’obiettivo di
fornire informazione sui fondi;
– divulgare le opportunità attive, con riferimento ai bandi di carattere europeo, nazionale e
regionale;
– creare una short-list di professionalità e organismi/enti competenti in materia divise in
base ai settori di intervento;
– individuare i bandi per i quali presentare i progetti;
– sottoscrivere apposite convenzioni per lo studio di fattibilità e la redazione del progetto,
sulla base di procedure che, sin dal principio, premiano i professionisti che partecipano alla stesura del progetto.
13) Creazione della CASA DELLE ASSOCIAZIONI: mettendo a disposizione unon spazio comunale riservato alle associazioni favorendo così l’integrazione e la collaborazione tra le varie realtà.

VII – Economia, Sviluppo e Lavoro
Una Città è viva quando lavora e produce, quando i suoi cittadini hanno la possibilità di realizzarsi professionalmente nelle proprie attività e quando vengono conservate le tradizioni e le peculiarità del territorio. Per fare tutto questo bisogna:
1) Privilegiare il tessuto commerciale cittadino: composto da tantissime micro imprese che rendono vivo e sicuro il territorio cittadino, incentivando gli imprenditori ad
investire ed a portare ricchezza al tessuto urbano.
2) Migliorare il dialogo tra l’Ente ed il distretto industriale “Cis –
Interporto” : il distretto rappresenta il 21% del PIL Campano. La recente istituzione dell’Area ZES potrebbe rappresentare un volano di sviluppo per tutto il territorio e la sua
comunità.
3) Immaginiamo una città che ascolti i cittadini attraverso percorsi
partecipativi reali e strutturati: la Casa Comunale sarà, a tal fine, il luogo deputato ad ospitare i tavoli con i commercianti, per intraprendere sinergicamente le iniziative volte a mpromuovere lo sviluppo delle attività, attraverso incontri mensili a cadenza fissa.
4) WI-FI gratuito per tutti: sin dalla sua nascita il MoVimento 5 Stelle ha
ritenuto fondamentale garantire il libero accesso dei cittadini all’informazione.

VIII – Sport e tempo libero
Lo sport rappresenta un punto fondamentale nella vita dei cittadini di tutte le fasce di età, sia di chi lo pratica direttamente sia di chi ne cura l’aspetto organizzativo. Lo sport è una forma di socializzazione importante, ragion per cui sosterremo ed incentiveremo le associazioni sportive del territorio nell’organizzazione di eventi, tornei e manifestazioni che possano coinvolgere a vario titolo la comunità.
1) Valorizzazione degli impianti sportivi: pur essendo consapevoli della scarsità  delle risorse economiche, riteniamo fondamentale ed indispensabile la sistemazione e
manutenzione degli impianti sportivi e delle palestre scolastiche utilizzate dagli studenti
e dalle associazioni sportive. In relazione alle disponibilità economiche, si adopereranno interventi volti alla messa a norma di tutte le strutture e si procederà con il ripristino e l’attivazione di tutti quegli impianti che anche se realizzati versano in totale stato di abbandono o addirittura non risultano mai avviati. Riteniamo di primaria importanza effettuare gli interventi per creare le condizioni necessarie ad un decente utilizzo delle strutture.In tale ottica, provvederemo a recuperare le risorse economiche attingendo da fondi
regionali, nazionali ed europei.
2) Creazione di piste ciclabili sicure: una Nola a misura di cittadino deve
ripensare alla possibilità di consentire il raggiungimento dei punti di maggior interesse pubblico (scuole, municipio, uffici pubblici, aree commerciali, aree di interesse storicoculturale ecc). Nell’attuazione di questa iniziativa, vigileremo con attenzione sulla
disponibilità di fondi regionali, nazionali ed europei. Per determinare i dettagli su cui intervenire, riprenderemo le proposte già presentate in altri comuni dal MoVimento 5 Stelle Locale. In particolare, proporremo il progetto “Bike audit”, uno strumento di analisi della qualità dei percorsi ciclabili. Questo processo consiste nel fare sopralluoghi partecipati, quindi pedalando sul territorio, per raccogliere opinioni, sensazioni e idee, che
consentano di identificare possibili soluzioni per la mobilità ciclabile. I risultati diventeranno delle proposte concrete per l’amministrazione
3) Promozione di eventi sportivi: La nostra città vive di sport. Stracittadine, tornei, ciclopasseggiate, devono susseguirsi con maggiore frequenza, perché rappresentano un importante strumento di avvicinamento dei cittadini alla cultura dello sport e ad una mobilità ecocompatibile. In tale ottica, occorre creare un circuito podistico, vista la inesistenza della offerta a fronte della sempre crescente domanda da parte di associazioni di tutto l’agro.
4) Creazione di percorsi vita e dedicati ai runner: realizzazione di percorsi dedicati ai runner e percorsi vita segnalati e sicuri.

IX – Acqua pubblica
L’acqua è un bene pubblico, un diritto inalienabile e non una merce. E’ necessario rivendicare con forza la natura pubblica del servizio idrico integrato.
1) Riaffidamento della gestione dell’acqua al Comune, togliendola alla Gori SPA:a tal fine è necessario il completo affrancamento della gestione privata dell’acqua pubblica in attuazione di quanto emerso dalle urne durante il referendum del 2011, con il quale il popolo italiano ha espresso la propria volontà affinché l’acqua resti un bene a gestione pubblica. In tale ottica è fondamentale aderire alla Rete dei Sindaci per l’acqua pubblica al fine di dare fattivamente inizio a un processo che estrometta la GORI S.p.A. dalla gestione del Servizio Idrico e che dia concretamente seguito a quella che è la volontà di oltre 26 milioni di italiani. 
2) Casa dell’acqua: tramite la creazione di questo impianto sarà possibile erogaregratuitamente acqua di rubinetto sia naturale sia frizzante, refrigerata e a temperaturaambiente, garantita da rigorosi controlli periodici. L’intento è quello di portare unrisparmio economico alle famiglie e un minor impatto ambientale grazie a un minorutilizzo di bottiglie di plastica. All’uopo, è necessario creare un piano di informazione allacittadinanza per sensibilizzarne l’utilizzo domiciliare senza sprechi. In tale ottica, l’amministrazione procederà alla pubblicazione periodica sul sito comunale delle analisie ffettuate nei pozzi presenti sul territorio e in falda, e si farà promotrice presso i gestori e le autorità sanitarie locali di rilevare il Cromo Esavalente, notoriamente cancerogeno, mutageno e teratogeno sull’uomo e sugli animali, estrapolandolo dal Cromo Totale, chiedendo di abbassarne il livello al di sotto del limite massimo di 5 ppm, come previsto da tutti gli organismi internazionali relativamente alle acque di falda superficiali. In ogni caso, adotteremo tutte le misure atte ad evitare inutili sprechi e a prevenire atti di vandalismo, prestando particolare attenzione all’effettuazione dei controlli.

X – Turismo
Per rigenerarsi la nostra città deve necessariamente ripartire dalla propria tradizione, dal proprio patrimonio ambientale, storico, architettonico e paesaggistico, tenendo ben presente il suo passato agricolo, valorizzandolo e tutelandolo. L’economia della nostra città deve basarsi sul turismo. Il turismo rappresenta una risorsa che genera ricchezza e visibilità per il territorio, ragion per cui crediamo fortemente che lo stesso vada incentivato con misure “ad hoc”.
1) Creazione App “Festa dei gigli”: essere innovativi non significa stravolgere le cose, bensì realizzare le stesse in un modo nuovo. A tal proposito crediamo che la creazione di un’applicazione potrebbe creare risorse da reinvestire nella festa. Con l’applicazione “Festa dei Gigli” sarà possibile consultare gli almanacchi, scaricare foto e video, verificare la posizione di ogni singolo obelisco durante la ballata (tramite apposizione di gps) e suggerire ai turisti la strada più breve per raggiungerlo, i punti di ristoro e di pernottamento, bagni pubblici e parcheggi.
2) Carta servizi “ GigliCard” e “TuteroCard”: una carta dal costo modico
(massimo 8 euro) che darà ai possessori il diritto al ritiro di una serie di omaggi, tra i quali uno zainetto da ritirare presso gli Stand “GigliCard” e “TuteroCard”, oltre ad una serie di degustazioni presso gli esercizi convenzionati, e di fantastici sconti ed agevolazioni (presso ristoranti, bar, alberghi, museo) per tutto il periodo della kermesse e della festa patronale.
3) Nola, la Pompei della Preistoria: bisogna avviare un dialogo con i TourOperator e con le Istituzioni per creare anche nella nostra città un percorso turistico integrato per i siti di interesse storico, artistico e paesaggistico al fine di consentire la salvaguardia del nostro patrimonio ed il progressivo e graduale inserimento di Nola tra le mete di interesse storico- culturale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here