CONDIVIDI
ECCO L’INTERVISTA INTEGRALE A RAFFAELE DONNARUMMA-
Ideatore del logo dell’Associazione “AMIAMOLA”:
 

COME E’ NATO IL LOGO ED IL SUO SIGNIFICATO?

Le cose migliori nascono per istinto; quell’istinto generato da una passione
che, in un determinato momento, ti scoppia dentro e si esprime nelle più
svariate forme d’arte.
Ed è così che è nata l’idea di questo grafico, prendendo semplicemente
ispirazione da questo gruppo di persone che, come me e tanti altri, ama Nola
e la Festa in maniera così viscerale, da mettere a disposizione il proprio
tempo per cercare di fare qualcosa di concreto per tutta la comunità.
SIGNIFICATO DEL LOGO
Fin da piccoli, per ogni nolano, la Festa dei Gigli rappresenta un momento
magico interiore, è come un fuoco ardente che brucia dentro e che si alimenta
continuamente al solo sentire qualche nota musicale, guardare una vecchia
foto o vedere un filmato. Per un attimo è come se dimenticassimo tutto quello
che è negativo e venissimo immersi in un mondo virtuale dove tutto diventa
più bello e “COLORATO”; un mondo dove non esistono classi sociali, non
esistono titoli, non importa chi sei, da dove vieni, di che colore sei, se sei
adulto o bambino, se sei uomo o donna, ma importa solo l’immenso amore
che hai in comune con gli altri: “IL GIGLIO”.
Ed è questo mondo colorato e festoso che appare in questo grafico, dove le
figure non sono ben definite e delineate, ma si riesce a percepire comunque il
loro significato. In sostanza quello che viene raffigurato è l’IDEA della Festa e
non il suo ESSERE con tutti i suoi pregi e tutti i suoi difetti.
L’unica cosa chiara, ben definita graficamente e che regge tutto, è quel
sentimento forte e sincero che messo in tutte quelle cose in cui si crede le fa
diventare grandi; e questo sentimento si traduce in una sola parola:
AMIAMOLA
Una parola così ricca di significato, che con un piccolo gioco immaginario si
trasforma in “AMIAMO NOLA”.
Si: perché tutta questa magia che si perpetua da secoli è figlia della nostra
terra ed il sentimento che portiamo dentro nasce dall’amore che ci lega ad
essa e quindi, la cosa che dobbiamo focalizzare tutti è che il primo punto di
partenza per crescere sempre di più, deve essere la nostra città “NOLA”.
Il messaggio e desideri.
A volte, tutti ci siamo trovati a spiegare a qualcuno da fuori, cosa è la Festa dei
Gigli, e tutti ci siamo limitati a raccontare la solita filastrocca “che si tratta di
una festa da strada e che i gigli si portano a spalla per il centro cittadino
etc, ma noi sappiamo che non è così, perché sappiamo che non si può
raccontare un millennio di storia in pochi minuti.
In sostanza non puoi spiegare l’AMORE per tutto questo, non puoi
raccontarlo brevemente o descrivere lo stato d’animo, lo “PROVI” e cerchi di
fare arrivare agli altri questo sentimento senza aver bisogno di parlare.
Ed il messaggio che cerchiamo di far passare è quello di non amare la Festa
per quello che è, ma per quello che trasmette. Non vogliamo che chi guarda i
gigli, anche per la prima volta, venga attratto solo dalla facciata esteriore e si
fermi a giudicare la bellezza dell’obelisco in sé per sé o ad ascoltare la melodia di una bella canzone, ma, che entri nel nostro mondo e percepisca il legame viscerale che abbiamo verso la nostra terra e per le nostre tradizioni,
in sostanza riesca a leggere nel profondo del nostro cuore, quanto amiamo Nola e i Gigli.In questo modo potranno essere portavoce nel mondo, non soltanto
raccontando quello che hanno visto, ma di cosa hanno “provato” nel vederlo.
L’INIZIATIVA BENEFICA
Il nostro desiderio è esortare tutti i nolani a contribuire a questa iniziativa
non solo per spirito di solidarietà ma di collaborare alla crescita sempre
maggiore della nostra festa donando ad un parente od un amico che viene da
fuori questo segno di riconoscimento come gesto di affetto da parte nostra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here