Seguici
fb-share-icon0

20

Continuano le segnalazioni di prezzi alti e le associazioni di categoria chiedono di evitare questi atti di sciacallaggio.

La fase 2 in seguito alla fine del lockdown e la riapertura di tutte le attività commerciali non hanno generato soltanto felicità per chi opera in questi settori ma anche un certo malcontento nei cittadini che continuano a segnalare rincari per prodotti alimentari e anche servizi. 

La questione rincari

Da ormai vari giorni le associazioni di categoria stanno denunciando una situazione non rosea sul fronte caro prezzi. Oltre al caffè al bar, , il caro prezzi è stato segnalato anche per generi alimentari e taglio dal parrucchiere. Già la scorsa settimana era balzata agli onori della cronaca la tassa covid, un contributo inserito negli scontrini fino a 4 euro da parte di alcuni esercizi commerciali, che volevano giustificare i costi di sanificazione obbligatori. Ma un caro prezzi sta interessando anche i generi alimentari in particolare frutta e verdura, surgelati e prodotti a lunga conservazione senza contare l’aumento dei prezzi per alcuni prodotti quali stampanti, computer e apparecchi per cottura cibi.

Ti piace questo blog? Per favore spargi la voce :)