CONDIVIDI

 

In caso di smarrimento della carta d’identità non sarà più necessario denunciare ma si potranno rifare direttamente i documenti al comune d’appartenenza.
Su questa novità sta lavorando il governo: consentire ai cittadini che perdono i documenti di andare a fare la denuncia direttamente al comune, deputato a rilasciare i nuovi.
Come spiega il commissario Yoram Gutgeld su La Stampa alla commissione sul Federalismo fiscale, la ratio della decisione è semplificare, da un lato, la vita dei cittadini. Dall’altro, al contempo, si liberano centinaia di agenti che possono così essere impiegati davvero nel presidio del territorio.
Sono circa 2,5 milioni ogni anno di denunce di documenti smarriti che assorbono tante centinaia di uomini, tra carabinieri e polizia di stato, che fanno un’attività amministrativa a basso valore aggiunto, assolutamente inutile -chiarisce ancora il commissario – se uno perde la carta identità va direttamente al Comune a fare la denuncia. Questo eliminerà la necessità di impiegare centinaia di poliziotti e carabinieri e semplificherà la vita ai cittadini. 

LASCIA UN COMMENTO