CONDIVIDI

Lo sperma o liquido seminale, costituito da spermatozoi  immersi in un mezzo liquido chiamato plasma seminale. Quest’ultimo è essenziale per la maturazione, il metabolismo e la vita degli spermatozoi, nonché per la sopravvivenza degli stessi dopo l’ eiaculazione, l’atto tramite cui l’uomo emette dal pene il liquido seminale.
Nell’uomo, l’eiaculazione è la parte conclusiva dell’orgasmo e ha luogo dopo un’adeguata stimolazione delle zone erogene e degli organi sessuali, lo sperma viene espulso attraverso l’uretra. A occuparsi dell’eiaculazione, è il sistema nervoso simpatico, attraverso il cosiddetto nervo pudendo.
Il volume di sperma e la quantità di spermatozoi emessi con il liquido seminale variano in base a una serie di diversi fattori (per esempio, il tempo che intercorre tra due eiaculazioni ecc).
Un discorso molto simile vale anche per il periodo refrattario, ossia il tempo che deve trascorre prima di poter avere un’altra eiaculazione.
L’eiaculazione non è sempre ottimale: i disturbi che la riguardano sono svariati.

Gli spermatozoi, sono  le cellule riproduttrici maschili, che una volta rilasciate in vagina, insieme alle altre componenti dello sperma, risalgono l’apparato riproduttivo femminile per fecondare la cellula uovo.

Il liquido seminale nel momento dell’emissione ha una  consistenza gelatinosa ed un colore bianco-lattiginoso.

Liquido seminaleNell’eiaculato, oltre alle componenti già elencate (spermatozoi più plasma seminale), si riscontrano anche cellule immature provenienti dalla spermogenesi e cellule epiteliali di sfaldamento.

La sintesi degli spermatozoi avviene all’interno dei tubuli seminiferi dei testicoli, mentre il plasma viene prodotto dalle vescicole seminali, dalla prostata  e in misura inferiore dalle ghiandole bulbo-uretrali.

Plasma seminale:

All’interno del  plasma seminale troviamo diverse sostanze prodotte a livello dell’epididimo, delle vescicole seminali e delle ghiandole accessorie, come la prostata, localizzate lungo la via escretrice. Tra queste sostanze, importantissime per garantire allo sperma la corretta funzione, rientrano:

proteine, lipidi, prostaglandine, ormoni, ioni, acido citrico, fruttosio,vitamina C, enzimi e molte altre sostanze.

Ad ognuna di queste componenti è affidata una specifica funzione:

ad esempio il fruttosio e carnitina  sono importanti nel metabolismo e nella motilità degli spermatozoi; i lipidi stabilizzano le membrane degli spermatozoi, proteggendole dagli insulti termici ed ambientali, e possono rappresentare una fonte addizionale di energia; i bicarbonati del liquido seminale hanno capacità tampone, utile per neutralizzare l’ acidità ambientale della vagina; il muco aumenta la mobilità degli spermatozoi nell’apparato riproduttivo femminile; le prostaglandine sono invece coinvolte nella soppressione della risposta immunitaria dell’apparato femminile in risposta allo sperma del partner (una comune causa di infertilità).

è utile dire che alcune di queste sostanze sono sintetizzate o filtrate in uno specifico distretto e come tali possano essere utilizzate quali markers diagnostici funzionali di una determinata struttura anatomica.

Caratteristiche dello sperma:

  • Volume medio eiaculato: 3/5 ml (notevolmente influenzato anche dalle condizioni psicologiche e dallo stato di eccitazione del soggetto).
  • Numero di spermatozoi nello sperma eiaculato: da 300 a 500 milioni.
  • pH leggermente alcalino: 7.2/8
  • Osmolarità del liquido seminale: iso-osmotica.
  • Colore: bianco, opalescente.
  • Sapore: variabile anche in relazione alle abitudini alimentari, con sfumature dolci, salate ed amare. Queste ed altre caratteristiche fisiologiche del liquido seminale (ad eccezione del gusto…) vengono valutate in un esame, chiamato spermiogramma , che fornisce un quadro indicativo sulla fertilità maschile.

Scopri quali sono i benefici che potrebbe dare lo sperma:

I BENEFICI DELLO SPERMA

Leggi anche

LIQUIDO SEMINALE: ODORE E SAPORE DA COSA DIPENDONO?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here