CONDIVIDI

Durante il parto spontaneo e frequente il rigonfiamento edematoso dei tessuti della parte presentata. Ciò avviene perché i liquidi extravascolari si spostano dalle parti sottoposte a maggior pressione verso quelle sottoposte a pressioni minori, come ad esempio la parte presentata che è a contatto con la pressione atmosferica.

Questo rigonfiamento prende il nome di ” tumore da parto”; esso è più frequente sulla nuca, ma può coinvolgere anche altre parti presentate come, ad esempio il volto e può essere accompagnato da alterazioni del colore ed ecchimosi estendendosi oltre la linea mediana e le linee di sutura.

Il tumore da parto scompare spontaneamente entro i primi 2-3 giorni di vita e può essere associato alla sovrapposizione delle ossa parietali che diviene evidente quando l’edema si riassorbe e tende comunque a rientrare nelle prime settimane postnatali.

Il tumore da parto deve essere distinto dal” cefaloematoma” che è un emorragia sottoperiostea. Non Oltrepassando quindi le suture, quest’ultimo è limitato alla superficie di un solo osseo cranio, compare diverse ore dopo il parto contribuendo al prolungamento del l’ittero neonatale e si risolve tra le due settimane e i tre mesi dalla sua comparsa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here