Il programma esordì con una prima edizione trasmessa dal settembre al dicembre 1981sul circuito televisivo del gruppo Rusconi,Antenna Nord, che veniva ritrasmesso da un gruppo di emittenti locali e cambiò nome inItalia 1 dal 3 gennaio 1982, venendo infine acquisita dalla Fininvest di Silvio Berlusconi nel 1983 che mantenne il programma nel palinsesto della rete fino a promuoverlo sulla rete ammiraglia, Canale 5, a partire dal 7 gennaio 1991.
La trasmissione rimase in onda sulla rete principale fino al 31 marzo 1997, data in cui i vertici Fininvest decisero di ricollocare il contenitore su Italia 1 in un’ottica di riorganizzazione dei palinsesti volta a concentrare i programmi per bambini sulla seconda rete del gruppo. L’ultima puntata della trasmissione è stata trasmessa il 6 luglio 2002, dopo oltre vent’anni di programmazione.
L’orario storico della trasmissione era la fascia compresa tra le 16 e le 18, che ha mantenuto dall’esordio fino alle ultime stagioni; in alcuni periodi, però, poteva variare l’ora di inizio o di fine del programma, mantenendo comunque sempre la fascia centrale del pomeriggio.
Nei mesi estivi, Bim bum bam non chiudeva del tutto, ma andava in onda in forma ridotta, con le repliche dei cartoni già trasmessi durante l’inverno e senza interventi in studio.
Quando la Fininvest di Silvio Berlusconi (già proprietaria di Canale 5) rilevò Italia 1 da Rusconi nell’estate del 1983 il programma fu soggetto ad un drastico cambiamento: fu infatti affidato alle cure di Alessandra Valeri Manera, responsabile della TV dei ragazzi targata Fininvest, nominata autrice e produttrice esecutiva, che sostituì i conduttori ad eccezione di Paolo Bonolis. Al posto di Sandro Fedele e Marina Morra arrivarono dunque Licia Colò ed un personaggio di pezza, Uan (nome derivato dalla pronuncia del termine inglese One, ovvero Uno, dal nome dell’emittente), animato dal Gruppo 80 e doppiato da Giancarlo Muratori, cane antropomorfo che venne rappresentato come un bambino pestifero e dispettoso, sempre pronto a giocare scherzi ai suoi colleghi in carne ed ossa, che divenne subito molto popolare tra il pubblico infantile; il pupazzo, nei primi tempi, promuoveva anche diversi prodotti e/o marchi rivolti a bambini e ragazzi all’interno della trasmissione, visto che all’epoca le regole sulla pubblicità all’interno dei programmi televisivi erano molto meno regolamentate e restrittive. Giancarlo Muratori, con la voce fuori campo, dava vita inoltre ad altri due personaggi: La Signora Regia ed il cattivissimo produttore Signor Brandolin che terrorizzava i conduttori, in particolar modo Bonolis.
Uan è stato il pupazzo storico della trasmissione e nelle varie edizioni ha affiancato tutti i conduttori (Paolo Bonolis,Licia Colò, Manuela Blanchard Beillard,Debora Magnaghi, Carlotta Pisoni Brambilla,Carlo Sacchetti, Roberto Ceriotti, Marco Bellavia, Alessandro Gobbi e Giulia Franzoso). Il nome di Uan è l’italianizzazione di One, “Uno” in lingua inglese, ed era animato dalGruppo 80 con la voce di Giancarlo Muratoried in seguito, dopo la morte di Muratori, con la voce di Pietro Ubaldi.
Assieme a lui dal 1990 arrivò un altro pupazzo, Ambrogio, con la voce di Daniele Demma. È stato ospite nel Natale del 1998 aPaperissima, su Canale 5.
Cristina D’Avena ha partecipato molto spesso al programma come guest star; nonostante non sia mai stata ufficialmente nel cast dei presentatori della trasmissione, quella della D’Avena è stata una presenza fissa per tutta la durata degli spazi interni del programma (dal 1983 al 2000), in quanto la sua presenza garantiva a Bim Bum Bam il picco d’ascolti. Durante le sue ospitate Cristina prendeva parte agli sketch insieme ai conduttori regolari, leggeva le lettere che arrivavano in trasmissione ed in occasione delle pubblicazioni dei suoi nuovi album, che avvenivano a cadenza semestrale, con la serie autunnale Fivelandia e la primaverileCristina D’Avena con i tuoi amici in tv, venivano allestiti interi blocchi del programma in cui la D’Avena si esibiva cantando tutte le sue nuove sigle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *