CONDIVIDI

Quando parliamo di vampirismo pensiamo a denti appuntiti,pipistrelli che svolazzano e volti cadaverici. Ma il vampirismo è una realtà ben compresente nel territorio italiano. In un piccolo borgo romagnolo,Mendola,vi sono ben 2000 iscritti che si raccolgono intorno alla figura pragmatica e misteriosa del suo capostipite,”Horus Sat”,un “real vampire”,come ama definirsi. Fondatore nel 2013 della “Lega italiana real vampire”,ha collaborato in note trasmissioni televise come “Mistero” e “Lucignolo” per smentire l’ideale stereotipato sui vampiri:”non viviamo nelle bare e non temiamo l’acqua santa”. I vampiri,al contrario di quanto si pensi,non si nutrono solo di sangue ma di diverse energie. Questo perchè sono esseri altamente empatici e sovrasensibili. Hanno bisogno infatti di energie psiche che canalizzano attraverso le emozioni negative altrui per trasformarle in emozioni positive,differendo cosí l’ideale di entità demoniache. Non sono aggressivi:lo scambio di sangue,simbolo di vita e di potere,avviene attraverso donatori consenzienti. Tale pratica rafforza anche il legame con la comunità. Ma c’è chi nel mondo scientifico non ne vuole sapere di macabro e fantascienza. Secondo lo psicologo Richard Noll il vampirismo è associato alla *sindrome di Renfield*:causato da traumi infantili,colpisce maggiormente i ragazzi e consiste nel procurarsi ferite al fine di autoingerire sangue. La medicina pure è tutt’altro parere. La questione verte su una particolare condizione fisica,ossia sulla *porfiria*,un’alterazione del sangue che determina ,a sua volta, un’alterazione del metabolismo rendendo il colorito molto pallido,gli occhi rossastri e la pelle delicata all’esposizione al sole. Che i vampiri esistano ormai non c’è ombra di dubbio e i 2000 iscritti di Horus Sat lo confermerebbe. Eppure c’è da domandarsi,è una condizione nella quale si è condannati o è determinata dall’influenza di serie tv e romanzi celebri come “Dracula” di Bram Stoker?È questo che li rende cosí misteriosi ed affascinanti!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here