My Little Pony – L’amicizia è magica (My Little Pony: Friendship Is Magic) è una serie animatache ha debuttato il 10 ottobre 2010 negli Stati Uniti sulla rete televisiva The Hub (precedentemente Hub Network, oggiDiscovery Family). La serie è basata sulla linea di giocattoli My Little Pony di Hasbro, che ne ha commissionato la produzione aDHX Media Vancouver (precedentemente nota come Studio B Productions) e alla propria sussidiaria Hasbro Studios.
Lauren Faust, nota per aver lavorato a diversi spettacoli televisivi di successo come Le Superchicche e Gli amici immaginari di casa Foster, è stata scelta da Hasbro come direttore creativo e produttore esecutivo per la serie animata. Faust ha cercato di superare la natura prettamente femminile della lineaMy Little Pony, creando ambientazioni originali e personaggi caratterizzati a tutto tondo, e attribuendo grande importanza alle tematiche, allo sviluppo delle trame e al lato umoristico, nell’intento di rendere lo show piacevole sia per il target demografico di bambine sia per i loro genitori; questa scelta si è rivelata determinante per il successo della serie, che ha guadagnato l’inaspettata attenzione di un gruppo di fan giovani e adulti chiamati bronies.
In seguito all’enorme successo della serie TV, è stata prodotta dalla IDW una serie di fumettiindipendenti dalla serie e ambientati cronologicamente dopo il finale della seconda stagione, nonché una serie di spin-off animati intitolati My Little Pony – Equestria Girls. Unfilm è inoltre in fase di produzione e la sua distribuzione cinematografica è prevista per l’ottobre del 2017.
La serie segue le avventure di un unicorno di nome Twilight Sparkle, allieva prediletta diPrincess Celestia, sovrana di Equestria. Twilight, temendo l’avverarsi di un’antica profezia, cerca di avvertire la principessa, ma quest’ultima, preoccupata piuttosto per la poca socialità e l’eccessiva reclusione dimostrate dall’allieva, ignora la minaccia e invia Twilight e il suo draghetto assistenteSpike alla cittadina di Ponyville con il compito di stringere nuove amicizie; qui, Twilight conoscerà i pony di terra Applejack e Pinkie Pie, i pegasi Fluttershy e Rainbow Dash e l’unicorno Rarity. Durante la ricerca degliElementi dell’armonia, gli unici artefatti in grado di contrastare il profetizzato ritorno della malvagia Nightmare Moon, Twilight scopre il valore dell’amicizia e decide di restare a Ponyville per approfondire questo sentimento.
La serie ha un carattere episodico, con la maggior parte degli archi narrativi sviluppati nel corso di una singola puntata (fanno eccezione gli inizi di stagione e il finale della seconda stagione, che sono sviluppati nell’arco di due puntate). Le tematiche principali trattate sono l’amicizia e i suoi diversi aspetti, e gli episodi spesso si concludono con uno o più personaggi che apprendono una lezione riguardo a uno di questi aspetti; a fine puntata, usualmente, la lezione imparata viene riassunta da Twilight o da un altro personaggio in una lettera da inviare a Princess Celestia; questa pratica, che si fa più rara nella terza stagione, viene meno a seguito dell’ascensione di Twilight al rango di principessa e alla sua trasmutazione in alicorno (unicorno alato) alla fine della terza stagione. Nella quarta stagione, le protagoniste riassumono le proprie conquiste in materia di amicizia riportandole per iscritto su un diario comune, su suggerimento della stessa Twilight. Nella quinta stagione le sei protagoniste attivano una mappa nel nuovo castello di Twilight e viaggiano in diversi luoghi di Equestria a risolvere problemi d’amicizia, mentre nella sesta stagione Twilight, dopo aver preso come studentessaStarlight Glimmer, le insegna ciò che sa sull’amicizia.
La serie ha suscitato fin dalla sua prima messa in onda l’inaspettato interesse di un vasto gruppo di fan adulti, che hanno adottato il nome brony (al plurale bronies) dalla fusione delle parole inglesi bro (“fratello”) e pony. Il fandom brony viene considerato un esempio paradigmatico di New Sincerity scaturita da Internet. I suoi membri più attivi hanno fondato siti web, organizzato convention e creato numerose opere di letteratura, musica, arte digitale e tradizionale e video ispirandosi alla serie.
L’apprezzamento della serie da parte di un pubblico adulto è stata una sorpresa per Hasbro, Faust e le altre persone coinvolte nello show, ma essi hanno accettato e interagito con questi fan più anziani, pur restando concentrati sul pubblico originariamente previsto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *