CONDIVIDI
Sindrome clinica caratterizzata da disturbi della funzione neurologica nei primissimi giorni di vita i neonati partoriti dopo la 34esima settimana di gestazione.
L’esame clinico è caratterizzato dalle seguenti anomalie: – funzione corticale: letargia, stupore, con o senza convulsioni. – tronco encefalico: respirazione difficoltosa o anomalie pupillari e dei nervi cranici. – ipotonia – riflessi: assenti o iporeflessia.
Le cause delle encefalopatie neonatali sono eterogenei ipossia ischemica, ictus, infezione del SNC, sepsi, disordini metabolici, malformazioni celebrali, malattie genetiche e altro; la maggior parte dei fattori di rischio sono presenti nella fase prenatale complessivamente sul piano temporale e si possono essere raggruppati in:
– Fattori di rischio antepartum: Patologia tiroidea materna, preclampsia severa, malattie virali.
– Fattori di rischio intrapartum: evento acuto intrapartum, parto strumentale, taglio cesareo d’emergenza.
L’encefalopatia neonatale può ma, non necessariamente ,esitare in danno neurologico permanente.
Digita un messaggio…
 
Conversazione con Pezzillo Gina. Ultimo aggiornamento: 23 marzo, da Tu: Encefalopatie neonatali Sindrome clinica caratterizzata da disturbi della funzione neurologica nei primissimi giorni di vita i neonati partoriti dopo la 34esima settimana di gestazione. L’esame clini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here