L’ALCOL:Ecco come viene metabolizzato

L’ALCOL:Ecco come viene metabolizzato

0 Di

COME VIENE METABOLIZZATO L’ALCOL?

L’alcol viene in parte assorbito ( fino al 20%) già a livello dello stomaco e l’assorbimento è maggiore se la bevanda si assume a stomaco vuoto. Se poi la bevanda alcolica contiene anidride carbonica (come in aperitivi, birra, spumante), il gas induce una maggiore irrorazione della mucosa gastrica e l’assorbimento viene ulteriormente velocizzato. L’alcol non assorbito a livello gastrico viene, successivamente assorbito nel duodeno. In ogni caso, dopo circa 30-60 minuti dell’ingestione della bevanda si ha la massima concentrazione di alcol nel sangue. Il sangue trasporta l’alcol a tutte le cellule dell’organismo. Più un organo è irrorato, più l’alcol arriva. Da questo punto di vista il cervello, che è altamente vascolarizzato, è il più “alcolizzato”. Si calcola che con la diuresi, la respirazione e la traspirazione si espelle circa il 5-10% di alcol senza alcuna trasformazione metabolica. La maggior parte dell’alcol viene trasformato dal fegato dapprima in aldeide acetica che, essendo tossica, viene successivamente “demolita” in anidride carbonica e acqua. Se non si eccede nel consumo, modeste quantità di alcolici stimolano la secrezione salivare, gastrica e pancreatica facilitando la digestione. Il vino rosso, in particolare, potrebbe ridurre il rischio di infarto perché aumenta il colesterolo HDL ( il colesterolo buono ) prevenendo la comparsa di trombi che ostruiscono le coronarie provocando gli infarti, e inibisce la replicazione dei virus dell’ Herpes #drsperanzalamarca #80035