Giugno 13, 2024

Loading

COMUNICATO STAMPA

NAPOLI – Presso l’Università degli Studi di Napoli Parthenope, ai nastri di partenza il primo progetto di Arte Terapia in Campania che mette insieme Università ed enti del Terzo Settore. L’iniziativa è realizzata dall’Associazione Cur’Arti, prima rete europea di network fra Aziende Ospedaliere e Istituti e Luoghi di Cultura finalizzata all’inclusione sociale, all’accessibilità all’arte e alla riabilitazione psicocorporea.
Proprio l’idea di valorizzare le straordinarie potenzialità artistiche di pazienti affetti da patologie psicofisiche è alla base della costruzione di questo progetto di Arte Terapia, immediatamente condiviso e promosso dal Dipartimento di Scienze Mediche, Motorie e del Benessere, il cui direttore e prof. Domenico Tafuri dirige con una privilegiata attenzione verso questo genere di iniziative.


Lunedì 30 gennaio 2024, dalle ore 15 alle ore 18, ci sarà il kick-off delle attività alla presenza del Direttore di Dipartimento, della dott.ssa Francesca Barrella, ideatrice del progetto e Presidente di Cur’Arti, della prof.ssa Maria Luisa Iavarone responsabile scientifica del progetto.
Le attività che riempiranno le 36 ore di laboratori previste spazieranno dal teatro alla danza, dalla Mindfulness allo Yoga, dalla scrittura al disegno, dal cinema alla fotografia, integrando tutte le altre forme artistiche associate come la poesia, la narrativa, lo storytelling e la musicoterapia. Inoltre, tutte le attività sono costruite con una didattica partecipativa e condotte da un gruppo di esperti qualificati sia nelle discipline artistiche che proposte che nella ricerca scientifica su temi affini alle finalità progettuali.
Essai saranno: Luisa Amalfi, Vittorio Bruno (musicoterapia e yoga) Ferdinando Ivano Ambra (mindfulness), Luigi Aruta (danza), Santolo Ciccarelli (didattica terapeutica), Sara Gemma, Chiara Scuotto (scrittura terapeutica), Teresa Iavarone (poesia), Nicola Le Donne (teatro), Rosa Marrano, Rosario Morisieri (fotografia).

Please follow and like us:

About The Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *