Per ridurre la colesterolemia è opportuno intraprendere una corretta ed equilibrata alimentazione, limitare dolciumi e cibi particolarmente grassi. Gli alimenti più ricchi in colesterolo sono uova, carni rossi, formaggi, latticini e crostacei ma non per questo vanno esclusi completamente dalla dieta in quanto apportano al nostro organismo importanti nutrienti (proteine ad alto valore biologico, vitamine, sali minerali), vanno piuttosto limitati al consumo di una volta a settimana ognuno. È bene consumare regolarmente alimenti ricchi di fibre come cereali integrali (farro, grano saraceno, avena etc., ricchi di beta-glucano, fibra in grado di abbassare il colesterolo ematico), soia e verdure, che dovrebbero accompagnare ogni pasto in quanto le fibre aiutano a ridurre l’assorbimento di zuccheri e grassi, tra cui anche quello di colesterolo. Bisogna inoltre avere un adeguato apporto di acidi grassi omega 3, presenti nel pesce azzurro, nelle noci, nelle mandorle, nell’avocado.

Possono essere d’aiuto:

– Il riso rosso fermentato che, grazie al suo contenuto di monacolina K, riduce sia i livelli ematici di colesterolo che il suo assorbimento a livello intestinale;

– Il cardomariano che riduce i livelli di colesterolo favorendone la detossificazione da parte del fegato;

– Il cardomariano che riduce i livelli di colesterolo favorendone la detossificazione da parte del fegato;

Il chitosano che ne riduce l’assorbimento. 

È fondamentale, altresì, praticare attività fisica regolarmente ed evitare fumo e alcol.

Ipercolesterolemia: cause e rimedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *