Perché ho tanti punti neri? Perché tutti questi brufoli? Perché ho la pelle così rovinata?
Beh ragazze,alzi la mano chi si pone tutte queste domande!!
Vi dico come la penso, il problema è la DETERSIONE.
Un passaggio che la maggior parte di noi non considera o che considera poco.
In realtà la detersione della cute è fondamentale per l’eliminazione dello sporco idrosolubile derivante dai residui dei trattamenti cosmetici e dal sudore, dello sporco liposolubile causato dal sebo, dai lipidi superficiali e dallo smog, nonché dello sporco insolubile provocato da particelle solide derivanti dalla desquamazione cutanea e, quindi, dalle cellule morte.
Tuttavia, se la detersione viene effettuata in modo inappropriato, per esempio mediante l’utilizzo di detergenti particolarmente aggressivi, può causare la rimozione dei film idrolipidico di superficie e, in tal modo, provocare effetti negativi connessi all’insufficiente idratazione e all’instaurarsi di alcuni processi patologici a carico della superficie cutanea.Tutto ciò varia a seconda del tipo di pelle che abbiamo.
PELLE SECCA
La pulizia, in questo caso, è particolarmente indicato l’uso di un latte detergente nutriente per il viso e di un detergente oleoso per il corpo. In questi casi è importante l’aggiunta ai prodotti detergenti di sostanze ad azione idratante, emolliente e riacidificante (acidi grassi essenziali come gli acidi linoleico, linolenico e arachidonico) per fornire un valido supporto nel raggiungimento del risultato del trattamento cosmetologico, il quale consiste nella ricostituzione e nel mantenimento della funzionalità della barriera cutanea e del grado ottimale di idratazione.
PELLE ACNEICA
L’uso di un prodotto adeguato due volte al giorno, al mattino e alla sera, con acqua tiepida, costituisce una buona base di partenza per la detersione di questo tipo di pelle. Si possono usare sia detergenti specifici che detergenti delicati. Nei casi più gravi sono indicati detergenti con un leggero effetto esfoliante e azione disinfettante, cui vengono associate creme con effetto seboregolatore. Particolarmente utile risulta la presenza di sostanze dall’azione seboregolante nella formulazione cosmetica;
PELLE SEBORROICA(Grassa)
La detersione rappresenta un momento fondamentale nel trattamento della cute seborroica.Tale patologia infastidisce molto i pazienti che ne sono affetti e spinge a tentarne la risoluzione con lavaggi frequenti e con l’ausilio di detergenti aggressivi. La cute seborroica va detersa mattino e sera con prodotti detergenti leggeri, in latte o gel, rigorosamente a risciacquo. Per risciacquare si utilizzerà acqua del rubinetto o acqua demineralizzata, nel caso in cui la pelle sia particolarmente sensibile. Bisogna, pertanto, stare attenti all’impiego di preparazioni esfolianti con effetto abrasivo sulla superficie dell’epidermide, poiché possono irritare la cute. Le maschere settimanali a base di argilla caolino, talco e ossido di zinco sono di qualche utilità per la loro opera di assorbimento dell’oleosità cutanea nonché per l’azione lenitiva.
La permanenza di tali maschere sul viso per almeno venti minuti permette di abbinare alla pulizia profonda altre funzionalità (azioni batteriostatiche, vasoattive, sebomodulanti), rendendo questo trattamento particolarmente interessante per pelli tendenti al grasso, impure o per aree a ipersecrezione sebacea.
Questi sono i miei consigli, nel caso in cui aveste dei dubbi sono qui a rispondervi!
Un bacione bellezze! 💄❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *