N’ AMICHE

N’amiche nun tene bisogne e sentì ‘e parole
isse già sape chelle ca tiene dinto ‘o core
e primma ancora ca tu ‘o cirche, arrive
comma l’onna do’ mare ‘nterra ‘a rive
te fa parlà, oppure aspette ‘e silenzie
t’asciutte ‘e lacreme ca pacienze
e sape sta zitte pure quanne avessa parlà
n’amiche è chille ca sape ascoltà
A vote penze ca senza n’amiche
sta vita addiventa comma ‘a nu viche
stritte e sulanghe, e senza luce
comma na ferita ca te brucie
ecche pecché n’amiche è comme ‘o sole
nun tene bisogne de parole
isse sape leggere sempe dinto core
e te sape da calore
N’amiche è chella mane ca te fa aizà ‘a terre
e chille ca mette pace dinta ‘a guerre
basta ca te guarde dinta ‘a l’uocchie e ta capite
e te sape ‘merecà na’ ferite
nun ce stanne lacreme ca nun te sape cunzulà
nun ce stenne parole ca nun te sape dunà
n’amiche è ‘o specchie ca te fa surridente
è isse ca vire ‘mieze ‘a tanta gente
N’amiche te sape parlà, pure stanne zitte
e te sape fa cammanà diritte
e s’adda chiagnere cu te
nun se chiede mai ‘o pecchè
n’amiche te guarde ‘e spalle, è l’ombra toia
e tu, a vita soia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *