Con l’arrivo della primavera, oltre al bel tempo, torna un pericolo per i nostri pelosi. La Thaumetopoea pityocampa, o più comunemente Processionaria, infatti, rappresenta un vera e propria minaccia per i nostri amici a 4 zampe.

Lo strano nome deriva dal fatto che questi lepidotteri si muovono “in processione”, uno dietro l’altro. Non è difficile infatti riconoscere questo pericolosissimo “bruchetto”. La processionaria è pericolosa non solo per i Pini (alberi che se attaccati da questo animale muoiono), ma come già accennato sopra, per i cani ed i cavalli. Il loro pelo, infatti, è urticante, e anche il solo contatto con esso può provocare danni gravissimi agli animali. A causa della forte infiammazione provocata appunto dai peli della processionaria, la prima reazione del cane è l’intensa salivazione, seguita dal rigonfiamento della stessa, tale da provocare a volte il soffocamento.

Tutto ciò è dovuto al fatto che i peli urticanti distruggono il tessuto cellulare della lingua, portando spesso a necrosi e a perdite di una porzione della stessa.

La prima da cosa da fare, quindi (oltre a recarsi immediatamente da un veterinario), è quello di lavare bene la bocca del cane, per poter eliminare la sostanza urticante, utilizzando una siringa senz’ago per facilitarci il compito.

Dal 1988, in Italia, è obbligatoria la lotta a questo pericolosissimo insetto.

Quindi amici… OCCHI APERTI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *