1. Già negli anni ’20 andavano di moda le unghie a mandorla. le donne le coloravano spesso di rosso, lasciando chiara la punta, in una sorta di french.

2. Negli anni ’50 lo smalto rosso fece innamorare tutte le donne e soprattutto le dive del cinema e l’icona assoluta di questo trend fu Marylin Monroe. Da allora lo smalto rosso non è più passato di moda.

3. Il french come lo conosciamo noi oggi, fece la sua comparsa per la prima volta negli anni ’70, ma la parte bianca veniva fatta con una matita.

4. Gli anni ’70 furono anche quelli delle prime unghie finte realizzate nei materiali che conosciamo oggi. Già negli anni ’20, però, in Cina, comparivano le prime tips ed erano di porcellana.

5. Nel 2000 ha iniziato a diffondersi la tecnica dello stamping, ossia l’uso di timbri e stencil per realizzare dei piccoli disegni sulle unghie

6. Le decorazioni complesse e perfette che capita di vedere ultimamente, però, risalgono solo a qualche anno fa, da quando si è cominciato ad utilizzare una tecnica estremamente innovativa, cioè quella dell’aerografo. Da allora la nail art ha raggiunto la sua massima espressione, con disegni che sono delle vere e proprie opere d’arte

7. Ogni anno si svolgono a Roma le Olimpiadi delle unghie, le Nailympion, una delle competizioni più creative del mondo, il cui promotore e organizzatore è il nail artist Antonio Sacripante, trainer internazionale di NailHarmony e Ceo di Nails&Beauty.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *