Il basilico è una delle piante più utilizzate in cucina ed è la firma di molti piatti italiani. 

È molto importante sapere che si devono utilizzare piantine di basilico alte almeno 10 centimetri. Le piante con altezza inferiore contengono il metileugenolo una sostanza che il National Program of Toxicology ha classificato come cancerogena nel 2000. La scoperta fu fatta nel 1999 dal Centro di Biotecnologie di Genova durante uno studio nel quale si intendeva spiegare perché il pesto ligure doc fosse più buono degli altri. Si è quindi scoperto che il metileugenolo si trova solo nelle piantine giovani e che oltre i 10 centimetri la pianta di basilico non è più pericolosa in quanto, questa sostanza, si trasforma in eugenolo che è invece innocuo per il nostro organismo.

Dori Stella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *