CONDIVIDI

L’episiotomia consiste nell’incisione della vagina e del perineo at ad aumentare il diametro dei tessuti molli dell’ingresso pelvico e facilitare l’espulsione della parte presentata;

Si tratta dell’ intervento chirurgico più comune effettuato sulle donne.

Prevslenza

La pratica dell’ episiotomia è estremamente variabile con tendenza alla diminuzione; dipende dalla scuola ostetrica e dalla sua esperienza.; diminuisce nel caso di parto in posizione semiseduta o laterale,  mentre aumenta nel caso di parto in posizione supina o litotomica, con l’uso della analgesia epidurale nelle nullipare e nel caso di parto operativo vaginale.

L’ episiotomia deve essere una procedura selettiva e non routinaria.

Rispetto all’uso routinario l’uso selettivo dell’ episiotomia determina:

– minor frequenza di traumi perineali posteriori, suture e complicazioni della cicatrizzazione.

– maggiore frequenza di traumi perineali anteriori.

Non sono state dimostrate differenze  in termini di Acer azioni gravi, dispareunia, incontinenza urinaria e necessità di analgesia.

L’esecuzione delle fisionomia è consigliabile:

per prevenire gravi lacerazioni perineali ( parto operativo vaginale, presentazione di faccia, rotazione sacrale dell’occipite, ecc.)

– in caso di parto podalico e come coadiuvante delle manovre per risolvere la distocia delle spalle.

– per facilitare il parto nel caso di alterazioni significative del BCF.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here