Dopo le esternazioni dell’Avv.Antonio Napolitano, allontanato dalla sede della Fondazione Festa dei Gigli arrivano anche le dichiarazioni del paroliere Dante Venanzio Mercogliano.

Mi era stato chiesto dal maestro di festa del Panettiere di fargli compagnia durante la riunione che si sarebbe svolta con la Fondazione. Motivo : scelta dei cantieri per la costruzione dei gigli e diramazione del calendario dei gigli spogliati.

Premesso che già il mio maestro di festa si lamentava dell’idea della Fondazione di voler far costruire 6 Gigli in piazza Collegio, tra cui pure il suo, quando lui aveva la postazione in quel di Piazza Paolo Maggio… Comunque, accetto di venire anche perché credevo che non c’era nulla di male ad assistere alla riunione. Mica era un incontro segreto di stato! E, diamine, sono pure il paroliere! E mio fratello il presidente onorario, no? Sono comunque parte dello staff! Invece, prima di iniziare, ci è stato detto di uscire fuori perché era riservata solo a Maestri di festa e paranzari. (E in tutto ciò, ho visto pure maestri di festa ancora presenti che non lo erano davvero) Ora, dico io… Visto che alla fine siete giunti ad un sorteggio perché non siete stati capaci di portare ordine nella discussione (meraviglioso il fatto che si parte col numero di 4 e 4, tra sabato sera e domenica mattina, per i gigli spogliati per poi diventare magicamente 5 e 3, durante il sorteggio, suscitando l’opposizione di quelli destinati alla domenica mattina) ma che senso tiene tutto ciò? Vuoi vedere che il problema eravamo io e qualcun altro che siamo stati allontanati, nonostante fossimo parte dello staff? O forse il vero problema è che oltre alla vostra arroganza, non siete in grado di fare nulla di costruttivo, cara Fondazione? Apritevi di più verso il popolo, che è il VERO motore di questa festa”.

 

A voi i commenti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *