Non tutti sanno che “La Notte Stellata” è stata dipinta da Van Gogh dalla finestra dell’ospedale dove lui stesso chiese di essere ricoverato nel maggio del 1889 a causa dei suoi disturbi psicologici.

Per dipingere di notte infatti il pittore indossava spesso un cappello di paglia con sopra delle candele accese tenute dritte da alcune mollette.
Il rischio di prender fuoco vivo tuttavia non lo fermava dal creare le sue opere notturne, perché “Spesso ho l’impressione che la notte sia molto più viva e riccamente colorata del giorno”, come scrisse in una lettera al fratello Theo.

In foto, una riproposta del famoso quadro rivisto dall’artista turco Garip AY.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *