Secondo appuntamento della rubrica conoscenza del mondo marino.
Oggi parliamo di Bailey, il protagonista del film “Alla ricerca di Dory”.
Sapevate che era un beluga?
I beluga (Delphinapterus leucas) sono mammiferi estremamente socievoli che vivono, cacciano e migrano in gruppo da pochi a numerosi individui. Hanno una fronte bulbosa, all’interno della quale si trova l’organo chiamato “melone”, serve per la loro ecolocalizzazione ed è flessibile il fatto che il beluga possa cambiare la forma del melone probabilmente influisce sui suoni usati per l’ecolocalizzazione.
I beluga producono una serie di trilli, clic, fischi e gridolini, caratteristiche che connotano il suo secondo nome, ” il canarino del mare”, questi “suoni” permettono una comunicazione tra i vari beluga. Possiamo sfatare quindi il mito che non esista una comunicazioni tra i nostri amici marini.
I Beluga si nutrono di una grande varietà di specie di pesci, come il salmone e l’aringa, così come gamberi, granchi e molluschi.
Una caratteristica di questi pesci è l’utilizzo del loro ecolocalizzatore come gli altri odontoceti (i cetacei “con denti”, tra cui delfini e orche). Emettendo suoni riescono a recepire l’eco riflesso dagli oggetti attorno, identificandone la presenza, questa pratica gli è molto utile sia per la caccia sia per nuotare con più sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *