CONDIVIDI

La Galathea, uno dei miei crostacei preferiti, fotografata un paio di anni fa a Massalubrense in una delle poche occasioni in cui ho potuto avvicinarla relativamente fuori tana, diciamo che non era molto contenta di vedermiafferma il fotografo Edoardo Ruspanti.

La galatea è un artropode del subphilum dei crostacei. Vive all’interno di anfratti o di tane scavate nel fondo tra i rizomi delle posidonie da cui esce prevalentemente di notte. Se spaventata sfugge all’indietro producendo un rumore di nacchere.

Il corpo è segmentato con tre regioni: capo, torace e addome tutte e tre rivestite da un esoscheletro duro a protezione. Nella crescita, l’animale perde la vecchia corazza e ne acquista una nuova con l’indurimento della cuticola sottostante la vecchia.

La  troviamo nei fondali rocciosi o ghiaiosi, tipica del Mediterraneo, Atlantico orientale dalla Norvegia al Marocco, alle Canarie.

Martina Bosso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here